Domanda e risposta, ovvero la gobba delle madeleines

lunedì 14 settembre 2009

Pubblicato da Lydia

D. Cosa distingue una madeleine da un volgare plumcake a forma di conchiglia?

R. Facile, la gobbetta.

D. Come si ottiene la tanto agognata gobbetta?

R. Facilissimo, tenendo l'impasto per qualche ora in frigorifero ed utilizzando un forno molto caldo, è lo choc termico che provoca la formazione della gobba in questione



Dopo il superquiz sulle maddalene, ecco la ricetta tratta liberamente dal libro che oramai imperversa nella mia cucina "mes petits biscuits sucrès et salès" di Eric Kayser.
Ho approfittato per l'occasione di un dono di Virginia : un ottimo miele alla salvia arrivato direttamente da Cres (Croazia), ho un pò intensificato il sapore della salvia mettendone qualche foglia nel burro, che poi ho eliminato prima di infornare ed ho dato un tocco finale con una grattatina di limone.
Ne è venuto fuori un aroma molto gradevole.



MADELEINES AU YAOURT ET AU MIEL (alla salvia)

per circa 24 madeleines
125 gr burro
3 uova
125 gr zucchero (la ricetta originale ne prevedeva 100)
145 gr farina
2 cucchiaini di lievito chimico
30 gr di miele alla salvia (Kayser suggerisce un miele al timo)
40 ml di yogurt
1 foglia di salvia
buccia di 1 limone grattugiata



Fate fondere il burro con la salvia.
Montare le uova con lo zucchero, incorporate delicatamente farina, lievito, yogurt e miele.
Alla fine il burro alla salvia.
Tenere l'impasto in frigo per una notte (io poi l'ho messoa nche qualche minuto in freezer).
Riscaldare il forno a 210 gradi (Kayser dice 240, ma io non ne ho avuto il coraggio!!!)
Eliminare la foglia di salvia dall'impasto e riempire gli stampi da madeleines con l'aiuto di un cucchiaino.
Qualche minuto in forno.
Vi accorgerete quando sono cotte: i bordi saranno più scuri e sarà miracolosamente comparsa la famosa gobba.
Se doveste avere dubbi aiutatevi con uno stecchino.

Kayser a questo punto nappava le madeleines con altro miele, io non l'ho fatto

33 commenti:

Gambetto ha detto...

Come sempre ricetta semplice, precisa e con quel quid in più. Una domanda. Ma il sapore...è agrodolce o semplicemente dolce con il retrogusto di salvia che però rimanda a rustici salati...Insomma sono un pò spiazzato da queste madeleine...
Grazie mille e buona giornata :-)

Barbara ha detto...

Semplicemente spettacolari! Devo subito provare la salvia in un piatto dolce, mi hai davvero spiazzato!!!

Genny ha detto...

tutto qui?scommettiamo che se faccoi così, non mi vengono lo stesso??:DDDDche imbranata che sono!:DD

robertopotito ha detto...

ovviamente e per ovvi motivi, detesto profondamente Kaiser.
La gobbetta l'ho sempre comunque ottenuta anche non mettendo l'impasto nel frigorifero...sarà stata semplice fortuna???
Bellissima questa variante con la salvia...

Dajana ha detto...

Ho passato il weekend cercando lo stampo per le madeleines. E adesso ti metti pure te a provocarmi, ha,ha. Prima o poi le farò.
L'isola Croata di cui hai parlato è forse Cres (scusa, ma io sono Croata)?

Lydia ha detto...

@ Gambetto, è un dolce a tutti gli effetti con un leggero aroma di salvia e di limone.
Se non ti dovesse convincere falle pure al limone, all'arancia, alla vaniglia, ma aromatizzale con qualcosa, altrimenti, a mio parere, sono un pò stupidine

@ Barbara, è stata una sorpresa anche per me ;-)

@ Genny, tranquilla che ti vengono, sono davvero una stupidaggine

@ Robbby, a me, però, quando non faccio riposare l'impasto in frigo, la gobbetta viene solo accennata, non così evidente.
La prossima volta che andiamo a Parigi ti portiamo i libri di Kayser

@ Dajana, penso proprio sia Cres, correggo subito, grazie

Camomilla ha detto...

Lydia non ci crederai, ma io non le ho mai fatte perché non mi sono mai decisa a comprare lo stampo. Ora che conosco anche il trucchetto per la gobbetta, non ho più scuse, devo farle ;)

fiOrdivanilla ha detto...

ma sono bellissime !!! adorabili, davvero, e l'aroma lo amerei di sicuro.

Gambetto ha detto...

Ok, gli agrumi da soli per me penso siano una soluzione migliore.
Grazie mille :-)

Eva ha detto...

sencillamente deliciosas! será cuestión de probar.
bs desde barcelona!

Diletta ha detto...

Lydia, io non le ho mai fatte...lo stampo è una delle poche cose che mi manca...mi sa che me lo comprerò ASAP così vedo se riesco anche io nell'impresa "gobba"!!!

Un sorriso dromedario,
D.

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Alla faccia della gobbetta, questa è una gobba degna del gobbo di Notredame. Io ho provato a fare le madeleines una volta sola (facendo di testa mia), ho inondato il forno di impasto. Ho poi schiaffato lo stampo (di metallo) sul balcone e lì l'ho dimenticato. Dopo una notte di pioggia si è arruginito e l'ho buttato.
Questa la mia unica esperienza con le madeleines. Non posso che migliorare.
Le tue sono splendide.

Baci
Alex

Maurina ha detto...

Sono perfette direi... la gobbetta c'e' e si vede benissimo!!

ELel ha detto...

Bravissima, sai che non sapevo come far fare la gobbetta??

dada ha detto...

Troppo seducenti sia perché sono perfette ma anche per il loro profumo...
Si sono scritti trattati interi su questa gobbetta :-)
Baci e buona giornata

Gunther ha detto...

sono molto belle più che una gobba un gobbone cosi non mi è mai riuscito, proverò proverò

sabrine d'aubergine ha detto...

Adoro le madeleines, e sono giusto in attesa di provare una nuova ricetta regalatami da un'amica... Chissà se verranno bene come queste? Bravissima!

Lydia ha detto...

@ Camomilla, io non ho problemi di stampi, purtroppo. Ne ho di tutte le misure.
Dico purtroppo perchè non so più dove stivare le cose: un vero delirio, e continuo ancora a comprare roba!!!

@ Manu, il sentore di miele alla salvia si sposa bene con il leggero aroma al limone, non male, devo dire

@ Eva, grazie mille!!!

@ Dile, ma come ti manca lo stampo da madeleine, devi colmare la lacuna...

@ Alex, mannaggia, le frittelle di madeleines, devi riprovare assolutamente!!!!

@ Maurina, grazie mille, sei sempre molto carina

@ Elel, sapessi quante madeleines venute male ho buttato nella pattumiera

@ Dada, temevo molto il tuo giudizio!!!!

@ Gunther, prova, prova

@ Sabrine, tieni l'impasto in frigo e vedrai che belle gobbe

Ciboulette ha detto...

avevo letto questa cosa refrigerazione dal cavoletto, ed una volta devo averle anche fatte, ma sai che non ricordo se mi e' venuta??
In quanto alla ricetta me la segno, perche' ogni volta che voglio rifarle (ho anche comprato il secondo stampo, con uno non ce la si fa) non so mai quale delle 2000 ricette scegliere!
E no, dai, la medeleine poi c'ha pre un suo fascino letterario, con tutto il rispetto per il plum cake... :)))
Un bacio e i miei rispetti a quel popo' di gobbetta!

comidademama ha detto...

"Quale gobba?"

Scusa è più forte di me, se hai visto il film Frankenstein Junior (1974, datato lo so, ma è un classicone e potrei vederlo tante volete ridere a questa battuta)

Scherzi a parte complimenti per la questa meraviglia.

Lydia ha detto...

@ Elvira, io ormai ho adottato il sistema di scrivere a penna su un quaderno le ricette che vanno bene, in questo modo non mi perdo più nella miriade di appunti, files e foglietti che ho sparsi in ogni dove.
Bacio a te

@ Elena, Frankenstein junior è un cult per me, come te rido con le lacrime ogni volta che lo vedo.
Non so come non ci avevo pensato leggendo il post...

Stefania ha detto...

Certo, la salvia nel dolce è un gusto non convenzionale magari lo provo.
E poi... alla faccia della gobbetta, questa fa impallidire un dromedario!
ciao
Stefania

lacquadorosa ha detto...

E cavolo... non ti si riesce a star dietro. Avevo appena ripreso a biscottare (o biscottificare???) che già mi passi alle madeleins. E poi con la salvia!!! A proposito: accipicchiolina che gobbe!!! I miei rispetti. Brava, come sempre.

Artemisia Comina ha detto...

complimenti. ovvio.

confesso poi che tali dolcetti li mangiai dall'insulso (più spesso) all'ottimo (qualche volta). non ho dubbi che qui siamo nel secondo dei casi :)))

Cappuccetto Rosso ha detto...

Chiamala gobba! E' proprio un bel gobbone direi....
Grazie del barbatrucco, io non ho mai provato a fare le madeleines, ma se mi ci metto faro' tesoro dell'informazione.
Questo Eric mi piace troppo.

Sabrina ha detto...

meraviglioseeeeeeeeeeee!!!!!
Un abbraccio!

Family Cuisine Food And Recipe ha detto...

Delicious for tea. Thank you for sharing. Cheers !

Lady Cocca ha detto...

A parigi ne ho mangiate e quintalate ed è il dolcetto che adoro di piu' da bambina..quel profumo particolare.mmmhhhh...troppo troppo gustoso!!!
ciaoooo

lenny ha detto...

Cosa non farei per quella gobbetta e quell'aroma di salvia ........

JAJO ha detto...

Alla faccia, queste sono meglio..... di Andreotti !!!
hahahahahaha
Bellissime !!

Rosanna ha detto...

bellissime gobbe, ho ancora in mente il post del forum di cucinaitaliana nel quale raccontavi di una notte insonne passata a fare la prova delle madeleines...:-) e da quelle prove eri giunta alla conclucsione che era necessario il freddo

ciao
Rosanna

Mariù ha detto...

Io ti adoroooooooooo!!!!
Ho appena comprato a Parigi uno dei miei sogni proibiti, lo stampo per madeleines (tra i miei dolcini preferiti di sempre) e oggi prima di mettermi alla ricerca di una bella ricetta ho deciso di farmi un giretto tra i vostri blog per rimettermi al passo dopo i giorni di assenza... e che ti ritrovo?? Le madeleines!!
Ricetta sicura del weekend.
Un bacione e buon finesettimana!
m.

Daniela di SenzaPanna ha detto...

comidademama:

http://www.youtube.com/watch?v=iEVnjtkYGqw