Con l'alta velocità...(panettoncini veloci)

lunedì 28 dicembre 2009

Pubblicato da robertopotito


Ed eccomi qua dopo i giorni di celebrazione del Natale, comodamente piazzato in una carrozza del treno ad alta velocità in partenza dalla mia Torino verso Roma: i passeggeri sfogliano svogliatamente il giornale e riviste varie per ingannare il tempo ed io che faccio?

Quasi quasi posto una ennesima versione della ricetta del panettone, ma questa volta in formato piccolo e leggermente semplificato rispetto a quella che oramai mi costringo , da qualche tempo, a considerare la ricetta definitiva (le tentazioni di ulteriori modifiche sono molto forti).
Che altro aggiungere? Buone Feste e grazie a tutti coloro che hanno partecipato in vari modi al mercatino di Natale del 19 dicembre.


Adesso, se volete e se potete, cimentatevi con la ricettina:



INGREDIENTI:

650 GRAMMI DI FARINA FORTE (W 350)
280 GRAMMI DI BURRO MORBIDO
200 GRAMMI DI TUORLI DI UOVO
240 GRAMMI DI ZUCCHERO SEMOLATO POSSIBILMENTE FINE
150 GRAMMI CIRCA DI ACQUA A TEMPERATURA AMBIENTE
SCORZA DI ARANCIA E LIMONE FINEMENTE GRATTUGIATE
200 GRAMMI DI UVETTA AMMOLLATA IN POCA ACQUA AROMATIZZATA CON UN PAIO DI CUCCHIAI DI LIQUORE
80 GRAMMI DI ARANCIA CANDITA IN CUBETTI

PER LA BIGA:

150 GRAMMI DI FARINA FORTE (W 350)
150 GRAMMI DI ACQUA A TEMPERATURA AMBIENTE
15 GRAMMI DI LIEVITO DI BIRRA IN CUBETTO


ESECUZIONE

Il giorno antecedente alla preparazione dell’impasto finale del nostro adorato panettone, preparate una biga con gli ingredienti previsti, avendo cura di lavorare l’impasto per il tempo strettamente necessario ad ottenere un composto ben amalgamato.
Ponete in una ciotola molto capiente coperta da pellicola trasparente e fate riposare fuori dal frigorifero per una notte intera.
Il mattino seguente, riprendete la biga ed unitela alla farina intridendola bene.
Iniziate ad unire gradualmente un quarto dell’acqua prevista alternandola con i tuorli di uovo che andranno uniti all’impasto in due riprese: non aggiungete la parte rimanente, se la precedente non sarà stata ben assorbita dall’impasto.
Solo quando tutti i tuorli saranno stati adeguatamente incorporati, aggiungete un altro quarto di acqua, lavorate e quando l’impasto si presenterà quasi formato, iniziate ad aggiungere il burro che andrà unito in tre riprese: non aggiungete altro burro a meno che il quantitativo precedente non sia stato adeguatamente assorbito.
Continuate in questo modo fino a completa aggiunta del burro.
Ora, se noterete che l’impasto si presenterà eccessivamente asciutto e duro, potete unire un altro quarto dell’acqua prevista, ma solo in questo caso.
Lavorate fino ad incordatura dell’impasto che dovrà estendersi senza rompersi. (inserire link).
Ungete l’impasto con burro molto morbido e fatelo riposare per almeno tre ore su di una superficie di lavoro leggermente infarinata.
Trascorso il riposo, unire delicatamente l’uvetta ed i canditi, arrotondate le forme e ponetele a lievitare negli appositi stampini fino a completamento della lievitazione (l’impasto dovrà oltrepassare il bordo di circa 0,5 cm).
Durante la fase di lievitazione, abbiate cura di vaporizzare con acqua almeno per quattro volte la superficie dei panettoncini.
Infornate a 180° fino a completa cottura dei panettoncini.

18 commenti:

Gambetto ha detto...

Che dire se non COMPLIMENTI...per la ricetta, per esserti dimenticato il link (Lavorate fino ad incordatura dell’impasto che dovrà estendersi senza rompersi...(inserire link)...)il che ti fa un pò più umano e meno irraggiungibile a vedere certi risultati in cucina :-P e per essere una persona dallo sguardo buono :) A volte basta poco ad avere conferma di certe sensazioni come poche frasi e questi splendidi panettoncini a margine a rimarcare che la stima è stata ottimamente riposta ;)
Buona giornata e grazie per la ricetta

Genny ha detto...

ehehehe...a parte il link mancato, questa ricetta forse mi permetterà di fare i panettoncini!! anche con poco tempo...avevo giusto in mente di acuqistarli per farne dei segnapostoa capodanno...:D grazie roberto!

Lydia ha detto...

Ah ah ah, Roby, il link!!!

Saretta ha detto...

Spettacolari!!!!

virgikelian ha detto...

I tuoi panettoncini veloci devono essere ottimi, come tutto quello che sai fare tu !!!
AUGURONI di FELICE NUOVO ANNO anche a Lydia & Co.

Barbara ha detto...

Me la sono copiata, chissà mai che un giorno... per intanto auguri per un felice 2010!

La Gaia Celiaca ha detto...

quest'anno il panettone non mi è riuscito, troppe pretese per una neofita del lievito madre e del gluten free qual io sono.
sono quindi alla ricerca di ricette più umane e raggiungibili di quella che ho provato... grazie del suggerimento!

Ciboulette ha detto...

Io ho avuto la fortuna, ma che dico fortuna, la sfacciatissima fortuna di festeggiare il Natale con un panettone tuo Roberto (per mano di una certa tua socia!!!!) e se sono rimasta stupita quando Giovanna me lo ha dato dicendo "questo lo ha fatto Roberto", dovevi vedere la mia espressione quando l'ho assaggiato. Dovevo farmi fare una foto, mi sa :))
Il panettone come dovrebbe essere, lievitto, umido il giusto, non acido come tutti quelli che ho sempre mangiato, anche di buone marche (motivo che mi ha indotto a non mangiare piu' panettoni), con le uvette e i frutti canditi che si facevano mangiare anche da una votata alle autopsie come me.

Ora che ho scoperto come DEVE essere, ti pare che posso lanciarmi con la "ricettina" sapendo che mi schianterei contro un muro?? :))

Complimenti davvero, e grazie anche a te, mi sarebbe piaciuto esserci al mercatino di NAtale, cosi' avrei conosciuto la compagnia di Tzaziki al completo. Buon anno!

JAJO ha detto...

Vulìmm' 'o link hehehehehe
Grande Roberto, l'ennesima ricetta... Grazie e AUGURIII !!!!

terry ha detto...

saran veloci ma mi sembran perfetti dentro e fuori!

ciao

Terry

robertopotito ha detto...

@Gambetto: ti immaginavo, ovviamente, completamente differente, tipo Gobbo di Notre Dame, é stato un vero piacere conoscere sia te che la tua ragazza
@Genny: fammi sapere nel caso decidessi di prepararli
@Lydia: non mi smentisco mai (richiedo umilmente perdono e pietà)
@saretta: mi fai montare la testa!!! grazie
@virgikelian: grazie dei complimenti!
@barbara: non scoraggiarti, non sono così complicati
@la gaia celiaca: non ho mai provato a preparare panettoni gluten free, ma credo che non sia affatto semplice: nel caso avessi qualche ricetta me la potresti inviare?
@ciboulette: credimi, é sempre possibile migliorare (il mio sogno é che mi venissero tutti uguali precisi e perfetti).Sono felice che tu lo abbia assaggiato, un caro abbraccio!!
@JAJO: lo immaginavo che avresti rigirato il coltellaccio nella piaga...Un abbraccio!!
@ terry: grazie mia cara

Gambetto ha detto...

:)))

Giò ha detto...

mi segno anche questa insieme al panettone definitivo che dalla descrizione di Ciboulette deve essere fantasmagorico!auguriii

Maurina ha detto...

Lascio qui a tutti voi i miei piu' cari auguri di Buon Anno e a presto!!

Anna Righeblu ha detto...

Bellissimi i panettoncini! Mi segno la ricetta... per il prossimo anno!

Auguri, tanti carissimi auguri per un nuovo anno pieno di gioia, serenità e sorrisi!
Un grandissimo abbraccio a Lydia

lenny ha detto...

Auguri di Buon Anno a tutto il fantastico e abile team :))

Alessandra ha detto...

Se non è troppo tardi, posso chiedere quanti grandi sono questi stampini? Dalla foto non sono riuscita a capirlo. Gli stampini della créme caramel sarebbero adatti?
Grazie e auguri a tutta la squadra.
Sandra

Daniela ha detto...

Anche io ho provato a farlo con una ricetta che avevo e se devo dirti il sapore lo ricorda molto ,ma nonstante ciò c'è qualcosa che manca,ora proverò la tua ricetta e ti farò sapere.Se sei curioso di vedere il mio risultato ti lascio l'indirizzo del mio modesto blog...
http://www.cucinachetipassa.blogspot.com
Grazie Daniela.