Bari-Napoli andata e ritorno, ovvero fusion campano-pugliese

lunedì 18 gennaio 2010

Pubblicato da Lydia

Si fa un gran parlare di cucina fusion, è tanto di moda e fa molto fico, ma cosa veramente sia stà cucina fusion secondo me in pochi lo sanno.
Io ho cercato di informarmi: contaminazione di culture e tradizioni culinarie, commistione di ricette ed ingredienti, incontro di sapori.
Beh, da quello che ho capito, noi a Napoli la chiameremmo “ammisca francesche” * e, pensandoci, è quello che mi è capitato di fare proprio la settimana scorsa.
Se ricevete in dono delle fantastiche orecchiette home made, arrivate in diretta da Bari, e le cucinate con dei pomodorini gialli del piennolo **, arrivati in diretta dal Vesuvio, e per completare il quadro insaporite il tutto con provolone del monaco campano e cacioricotta pugliese, beh allora, secondo me, avete fatto cucina fusion, anzi, meglio, avete fatto una gran bella ”ammiasca francesche”, e avete anche rispettato la par condicio (che non guasta mai).
Per inciso, sappiate che queste orecchiette ricevute in dono hanno risvegliato in me un mai del tutto sopito desiderio. Trascorrerò le mie notti insonni allenandomi con coltello, semola e tanta buona volontà e spero di riuscire in breve tempo a preparare orecchiette per 2 in meno di 1 ora!!!!


* ammisca francesche, tipica espressione napoletana che indica un miscuglio di cose. Da ammiscare, mescolare e francesche che deriva probabilmente da francese, inteso come straniero.


** il pomodoro giallo del vesuvio è una qualità di pomodoro dalla buccia e dalla polpa color giallo oro, che in periodo invernale si conserva appeso come un pendolo, da cui piennolo




ORECCHIETTE CON POMODORI GIALLI DEL PIENNOLO

Per 2 persone
200 gr di orecchiette
200 gr di pomodori gialli del piennolo
Olio
1 spicchio d’aglio
1 grattata di provolone del monaco
1 grattata di ricotta
basilico

Rosolare l'aglio nell'olio. Aggiungere i pomodorini spaccati a metà e farli cuocere a fuoco vivo per pochissimi minuti, eliminare l’aglio. Aggiungere il basilico e spegnere il fuoco.
Saltare nel sugo le orecchiette molto al dente, mantecandole con i formaggi ed eventualmente con un po' di acqua di cottura.


27 commenti:

Gambetto ha detto...

Ovviamente io sono un fautore dell' "ammisca 'francesche" perchè la paraola fusion mi sembra da sempre adottata a voler permeare di significato ciò che già ne ha uno intrinseco :))
Semplice ed indovinato accostamento di colori e sapori invece quello della ricetta alla ricerca del gusto trasversale alle regioni di appartenenza degli ingredienti...quindi brava come sempre anche se poi ci aspettiamo le orecchiette home-made per 2 in meno di un'ora ehhh!! ehehehe
Buon inizio settimana :))

Genny G. ha detto...

fusion decisamente..pasta e pomodoro...cmq siano coniugate, uno dei connubi migliori...
come è andata a parigi?

Lydia ha detto...

@ gambetto, forse mici vorrà un p di tempo, ma tu abbi fede

@ Genny, ho l'aereo alle 13, mandami un sms se ti serve qualcosa.
Un bacio

Ciboulette ha detto...

Buongiorno!!!
Con quale viatico goloso te ne vai a Paris, Lydiuzza bella!

Per le orecchiette: giusto la setimana scorsa ho fatto le tre di notte per portarle ad uan carissima zia, io sto ancora imparando e sono ancora molto lontana dalla velocita' e dalla perfezione, ma se vuoi la prossima volta tiro fuori semola e spianatoioa e facciamo un bel corso accelerato!
Un bacio e buon viaggio!!

Gambetto ha detto...

Vada per la fede! :P
Siamo anche ad inizio settimana e quindi ne occorre davvero anche per me ehehehe

Virginia ha detto...

Commossa.

Camomilla ha detto...

Un bellissimo esempio di cucina regionale fusion, apprezzo anch'io molto più il termine napoletano di quello inglese :)
Buon viaggio Lydia, un abbraccione.

Lydia ha detto...

@ Cibou, vada per la sessione di orecchiette, diventeremo velocissime!!!!

@ Gambetto, ti terrò aggiornata...

@ Virgi, aspetta venerdì a commuoverti.Bacioni

@ Camomilla, stmattina mi ero preoccupata...
A presto
Un abbraccio

Gloria ha detto...

Che bel piatto! Sai che ho mai visto i pomodori gialli dal vivo?! Ma hanno un sapore tanto diverso dagli altri? Buon viaggio!

One Girl In The Kitchen ha detto...

Bellissimo l'"ammisca francesche", a Napoli ci sono delle espressioni davvero imbattibili!
E quelle orecchiette, ne vogliamo parlare?

Alex ha detto...

Più bella lèspressione napoletana!!! Fusion spesso correlato al cibo spesso mi sa di "con-fusion"...
Anche mia suocera fa una cosa simile:orecchiette (ha vissuto 6 anni in puglia) e ragù bolognese (da brava emiliana)...quei pomodori mi fanno un'invidia!!!
Divertiti a Parigi (come non potresti??)...bacioni

La cuoca Pasticciona ha detto...

Davvero invitanti queste orecchiette peccato che non saprei dove trovare i pomodori gialli... uffa in emilia si trova poco e niente... bacio

Ornella ha detto...

Ebbrava Lydiuzza, bello, bello, bello questo piatto!!! Come la suocera di Alex anche la mia( leccese d.o.c.) faceva orecchiette e sagne 'ncaulate alla bolognese, quindi un bel "mesca-mesca"! :)))
Se davvero imparerai a fare le orecchiette avrai tutta la mia più grande stima(vabbé, tanto per dire, ché già ce l'hai)! Le mie sono, molto trendy, hanno il piercing... mi vengono tutte col buco! ;)))
Buon viaggio ed un abbraccio,
Ornella

Saretta ha detto...

Lydia cara...pensa che io ho deciso di non mangiare pomodori sino a che saranno di stagione( non è solo per sostebnere la stagionalità ma, a Milano fannod avveros chifo i pomodori)...Solo avessi questi del Piennolo!
L'ammiscata francesche è venuta 'na meravija!Che te lo dico affà, voi napoletani create delle cose coi vostro pomodori..
Bon voyage!Bacione

Gatadaplar ha detto...

Quanto mi hai fatto ridere con quell'espressione!!! Ammisca francesche!! :*DDD

Dalle mie parti non si trova nè il pomodorino dorato nè il provolone che scrivi tu ma... potrei sostituire con pomorini ciliegia e provolone disponibile in loco?! ^___^

Mammia che gola mi fa questo piatto... a quest'ora poi... :P***
E' quasi l'ora di pranzo, ho fatto una "merenda" penosa (due fette biscottate e il tè caldo, al distributore di bevande dell'ufficio...)... :*(((

PS: anche il piatto mi piace un sacchissimo!! Con tutti quei pulcini intorno... hai tutto il servizio così?! Fantastico!!!

colombina ha detto...

i pomodori gialli sono una meraviglia... mi ricordano i tempi dell'università in cui un amico pugliese li "scattriciava" (prendila con le pinze io sono di Torino) e poi li mangiavamo con il pane di altamura!!! Divini!!!! Adoro questa tipologia di fusion, bravissima

Francesco ha detto...

Piatto....gustoso ed essendo io leccese capirai come lo apprezzi particolarmente...odore di casa.
un caro saluto
Francesco

Diletta ha detto...

Lydia, tu sei un pozzo di chicche!!
Quando impati a fare le orecchiette, mi prenoto per cena!!

Un sorriso ci vediamo sabato,
D.gnam

terry ha detto...

perfettissimo nonchè gosuriosissimo esempio di cucina fusion nazionale ... ricca di sapori tradizionali e veri! come mi piaceeeeee!!! :)
vorrei trovarli pure qui quei pomodorini! speciali!

Cuocopersonale ha detto...

mamma mia... buonissimi i pomodorini del piennolo :-)
stupenda la ricetta semplice e precisa :-)
Matteo

Giò ha detto...

preferisco l'impronunciabile espressione napoletana...alla fine sempre fusion è, però italica!
w le fusioni di sapori come queste!

fiordisale ha detto...

i pomodori gialli li ho mangiatiiii! è stata un'esperienza mistica, buoni fa morire, ci feci i bucatini. La prima volta che scendo me ne devo fare una mangiata coi fiocchi

Lady Cocca ha detto...

E li conosco si questi pomodori...mi ricordano la mia infanzia e le gite in campagna dagli zii con la mia nonnina!!!
troppo buone le orecchiette...grande la mia Sister...ciaooooo

Lorenzo Linguini ha detto...

Che bontà! Già mi immagino i profumi!
E' incredibile quanto adori le preparazioni semplici, in particolare quelle pugliesi!
Complimenti come al solito Lydia e grazie per il tuo supporto, non so se sono all'altezza di tutti quei bei commenti :)
A presto!

-Lorenzo-

dada ha detto...

Anch'io adotto questa filosofia, soprattutto se viene fuori una pasta cosi'. Riesci a darci sempre voglia, vabbè tu hai anche la fortuna di ricevere materie prime gioiellini.
Bacioni e a prestissimo ;-)))

lenny ha detto...

I biscottoni da latte, le cicerchie (con istruttiva didascalia!) e ora le orecchiette alla "ammisca 'francesche": mi sei mancata in questi giorni di mia latitanza ...
Un bacio ;)

sandra ha detto...

Ussignur!!
il piennolo giallo con le orecchietteeeee :)
basta devo andare a mangiare qualcosa, decisamente!
Ricetta deliziosa Lydia