vecchia come il cucco, povera ma bella, partecipa ad un concorso

giovedì 29 gennaio 2009

Pubblicato da Lydia



Quando girovagando tra i blogs di cucina ho letto di questo concorso, organizzato da precisina di mamma che buono!, ho subito pensato che mi sarebbe piaciuto partecipare.
Sono tutti bravi a preparare cose appetitose con ingredienti ricchi, è più difficile arrabattarsi con quel che c’è.
Allora ho cominciato a scavere nella mia memoria, ho scartabellato tra i quaderni di ricette delle mie nonne per scovare qualcosa che potesse andar bene.
La ricetta che mi sembra più adatta, però, non è della bisnonna, né di una vecchia zia, non è stata tramandata da generazioni nella mia famiglia, ma è un’improvvisazione semplice ed anche un po’ banale, nata, come spesso accade, da quel che c’è c’è, e che avevo anche portato diversi anni fa ad un raduno a Roma di cucinait.
Il mio primo raduno, quello in cui non conosci nessuno, in cui ti senti inadeguata e pensi che tutti ti giudicheranno e ti guarderanno con aria snob ed inquisitoria.
Proprio in quel primo raduno ho anche conosciuto il mio socio Robbbyyy.
Chi frequenta il forum di cucinait probabilmente la conosce


BOCCONCINI DI RICOTTA IN UMIDO

250 gr ricotta
75 gr pane grattugiato (quantitativo indicativo,dipende dalla consistenza della ricotta)
100 gr parmigiano grattugiato
1 uovo
noce moscata q.b.
1/2 bottiglia passata di pomodoro
½ cipolla
1 costina di sedano
1 carota
basilico abbondante
sale q.b.

Impastare la ricotta con il pane e le uova,aggiungere il parmigiano un pizzico di sale,la noce moscata e tanto basilico tritato,fino ad ottenere un composto morbido ma consistente. In una padellona far soffriggere il trito di odori (io aggiungo dell’acqua per farlo appassire ben bene), aggiungere la salsa e il sale (se il passato è troppo denso aggiungere un po’ di acqua). Bagnarsi le mani e formare delle palline non grandi (max 3 cm.) e adagiarle direttamente nella padella dove sta cuocendo la salsa. Coprire con un coperchio e cuocere a fuoco medio basso per 30-35 minuti; ogni tanto smuovere la padella ed eventualmente aggiungere un po’ di liquido

19 commenti:

Precisina ha detto...

Grazie Lydia, t'ho già inserita sull'elenco :-) non sarà della bisnonna, ma calza ugualmente a pennello (tra l'altro, le ho fatte anch'io un po' di tempo fa, trovate sul web... erano tue e non lo sapevo)! bacio, N.

robertopotito ha detto...

ricetta semplice, ma appetitosissima....grazie mille tesoruccio mio!!!
in bocca al lupo!

JAJO ha detto...

E il prossimo raduno cosa CI porti ? :-PPP

Maurina ha detto...

Eccoli qua, i famosissimi bocconcini di ricotta "della Lydia". E si', chi frequenta C.I. non puo' non conoscerli.... Ciao cara!

Alex ha detto...

bel concorso (direi davvero etico-sostenibile)...
me li fai assaggiare la prox.volta che ci vediamo?.....

Virginia ha detto...

Nooooooooooo!!!! Mi-ti-ci!!!!!!!!!

Barbara ha detto...

Se conosco i Bocconcini di ricotta di Lydia? Siiii...
E li amo anche enormemente!! Sai che è da un po' che non li preparo? Quasi quasi...

Daniela di SenzaPanna ha detto...

brava Lydia, mi faccio venire un'ispirazione e magari partecipo, che dici?

Daniela di SenzaPanna ha detto...

PS: ma era il famoso raduno dell'8 marzo 2004?

Lydia ha detto...

Non ho proprio fatto nulla di nuovo, ma non mettete tutti il dito nella piaga!!!!

DAni, il concorso scade il primo febbraio a mezzanotte, quindi datti una mossa...
Si, era il raduno 8 marzo 2004

marcella candido cianchetti ha detto...

ma che buono, penso di partecipare ciao

Caralulù ha detto...

Cara Lidia saranno anche vecchi come il cucco ma io non li conoscevo e devono essere strabuoni se interpreto bene i commenti ricevuti. Da provare, bacio Lulù

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Me le ricordo eccome se me le ricordo!!!! E le ho anche rifatte seguendo paro paro la tua ricetta sono stradeliziose!!!! Buona serata Laura

JAJO ha detto...

TU si che fai cose buone.... ALTRO CHE QUELLA STREGACCIA DELLA TUA SOCIA (che non mi vuole portare la panna cotta con le nocciole "appuntite") hahahahahaha

anna righeblu ha detto...

Non ricordo d'averli mai provati, non li conoscevo!
Mi sempbra un'idea semplice ma buona! Proverò
Ciao e buon fine settimana :-)

Giovanna ha detto...

Li ho provati pure io. Non certo fatti da te, che non mi prepari mai niente e quando vengo da te, anzi, ti metti in sciopero culinario e ti dimentichi pure di comprare un boccone di mozzarella, col preciso intento di affamarmi...
Me li sono fatti da sola anni fa, mi sono piaciuti un sacco e come spesso mi accade mi sono dimenticata di rifarli!

Quella stregaccia della tua socia ha una parola da dire a Jajo: attenzione che le nocciole, come hai giustamente rilevato, sono appuntite e PERICOLOSE!

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Devo leggere di corsa il concorso allora.

:-)

Lydia ha detto...

@ Jajù, lasciala stare la socia mia che non vuole prepararti nè la panna cotta nè la ricotta e pere, ti preparo io una bella crostata!!!

@ Anna, buon inizio settimana

@ Giò, la maestra sei tu, quindi tu devi cucinare ed io mangiare!!!
A proposito, ricordati del pralinato

@ Dani, in bocca al lupo

Giovanna ha detto...

Maestra un par de... gnocchi! Se vengo su da te PRETENDO che tu mi prepari pranzetti e cenette!