Coulant au caramel

lunedì 4 maggio 2009

Pubblicato da Lydia


Tranquilli, non sono impazzita, coulant non è mica una cattiva parola.
Chiamateli, moelleux, flan,tortini dal cuore morbido, qualcuno li chiama anche impropriamente soufflé, insomma sono quegli sformatini che quando andate a romperli con il cucchiaino viene fuori una crema liquida, che poi altro non è che impasto non cotto del tutto.
Quelli al cioccolato imperversano da qualche anno in ogni ristorante o similare che si rispetti, anche al supermercato c’è il preparato per farli in casa con poca fatica, che fatica ci sarà poi, boh.
Questi al caramello li ho trovati su un libricino della marabout comprato a Parigi "moelleux & coeurs coulants" di Paul Simon.
Velocissimi, il tempo di preparare il caramello, far raffreddare un pochino e 7 minuti in forno.
Se, come me , siete amanti del caramello ve li consiglio, non sono per nulla dolci, quindi vi suggerisco di accompagnarli ad una ganache al cioccolato bianco o una salsa inglese alla vaniglia.

COULANT AU CARAMEL
Per circa 6 stampini

150 gr di zucchero
1 cucchiaio di acqua
100 gr burro salato
80 gr di panna
140 gr farina
4 uova

Preparare un bel caramello ambrato con acqua e zucchero, versare con molta attenzione (sfrigola tutto!!!) il burro e poi la panna mescolando, e lasciare intiepidire.
Aggiungere le uova (attenzione che il composto non sia ancora troppo caldo sennò fate una stracciatella al caramello)e la farina setacciata.
Versare negli appositi stampini ben imburrati e infarinati e cuocere in forno a 180 gradi per 7/8 minuti.
Servire caldi

31 commenti:

genny ha detto...

no ecco io vorrei stare un po' leggera e voi postate certe delizie...ah!!!!!

Mirtilla ha detto...

ma...sono meravigliosi!!!
con quel cuore tenero e goloso poi...

robertopotito ha detto...

accidenti,,,sono un capolavoro!!!
baci e bentornata!!!

Dajana ha detto...

Sono belissimi, e che dire del caramello? Yummy! . Devo proprio smettere di controlare le novità sui blog la mattina presto, perchè non faccio altro che sbavare sulla tastiera. Mi consolo con i miei muffin di ieri, e questi li proverò a fare al più presto. bye-bye

Lady Cocca ha detto...

Uffaaaaaa sono a dietaaaaaa....questa è una deliziaaaaa!!!!!

Maurina ha detto...

Semplicemente divini... sembrano facili, cosi' raccontati, ma io saro' capace??? Mai fatto il caramello....

Lydia ha detto...

Embè? tutti a dieta qui???
Volete farmi prendere dagli scrupoli di coscienza????
Un abbraccio a tutti.

@Maurina, il caramenllo non è la bestia nera che sembra.
Lanciati

Diletta ha detto...

Lydia, quando dici "versare il burro e la panna"...il burro lo devo far fondere prima? Anche a me il caramello fa un po' timore...mi esce mezza volta su tre! Un sorriso big,
D.

Lydia ha detto...

Ciao Diletta, non serve fondere il burro, si fonde da solo nel caramello caldo.
Un bacio

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Oddio, torno appena affamata dal lavoro e la prima cosa che vedo è questa meraviglia!
Potresti partecipare alla raccolta di Sandra di un tocco di zenzero e vincere anche il libro di Trish Deseine sul caramello!
Un abbraccio
Alex

anna righeblu ha detto...

Che belli! Ma non sono facili da fare... vero???

Ogni giorno una tentazione...
Baci

Lydia ha detto...

@ Alex, ma è una ricetta copiata pari pari da un libro, non mi pareva carino presentarla al concorso di Sandra.
Per lei avrei in mente altro

@ Anna, facili facili, credimi.
E' solo un problema di caramello che per alcuni è una bestia nera

Mammazan ha detto...

Il caramenllo mi crea dei problemi anche perchè lo preparo di rado, ma... posso esercitarmi, ma l'aspetto di questi coulant è davvero strepitoso
Compliments

Solema ha detto...

Copiati per la prossima cena. Ciao

Ciboulette ha detto...

io sono a dieta 8 ore oggi, fino a quando ho tirato fuori il gelato dal freezer :))

Io sono un'imbranata totale col caramello, che dici, ci provo lo stesso??? Un bacio!!

Lydia ha detto...

@ mammazan, grazie per i complimenti

@ solema, dammi notizie nel caso li facessi

@ Cibou, ma il gelato è dietetico!!!
Sfata questo mito del caramello e prova.
Un bacio grande

lacquadorosa ha detto...

Tutto quello che ha un "cuore tenero" mi tenta. Da provare subito. Carla

Azabel ha detto...

Sembra semplicemente meraviglioso!
Mi chiedevo, ma in quel librino li' non e' che per caso ci sia una ricetta di coulant (mi piace un sacco questa parola :P) che non contempli uova tra gli ingredienti?
Oh, si, temo di star chiedendo troppo...

Dada ha detto...

Goduriosissimooooo... lo consigli allora questo libro?

Lydia ha detto...

@ Carla, anche a me piacciono molto i "cuori teneri", infatti penso di provarne altri

@ Azabel, spiacente, ho dato uno sguardo, nessuna ricetta senza uova

@ Dada, secondo me ha delle ricettine carine, costa poco e non è ingombrante

JAJO ha detto...

Quando torni a Roma ti tiro le orecchie: come fai ad essere così "schifosamente magra", preparando 'ste cose !?!?! hehehehehehe
Io solo a guardarle ingrasso di più :-(
E pensare che questo blog non lo volevi neanche aprire: quanto m'hai fatto penà !!!! hahahahahaha

Artemisia Comina ha detto...

sono tra le terrorizzate dal caramello (a ragione, ogni volta mi fa sberleffi) e al tempo stesso lo amo...amore non corrisposto. anche questi dolcetti mi incantano, e mi fanno marameo...

Azabel ha detto...

Grazie comunque, troppo gentile :)

Juls ha detto...

Come sono chic!! voglio anche il libroooo! mi piace! me lo compro!!
tanto è maggio, e ancora non ho intaccato il budget libri del mese, quindi ci sta tutto!
me lo consigli? che dici?

Lydia ha detto...

@ Jajo, sto cercando di capire se quello "schifosamente magra" è un complimento o no

@ Artemisia, tu terrorizzata dal caramello??? Ma se fai ben altre meraviglie...

@ Azabel figurati, per così poco

@ Juls, ho intenzione a breve di provare un'altra ricetta da questo libricino.
Io te lo consiglio, è una di quelle edizioni che non costano più di 7-8 euro, il budget mensile lo intacchi poco...

comidademama ha detto...

io ho una passione per i caramelli, quindi già l'inizio promette bene

Luciana ha detto...

Ricetta goduriosissima, li proverò sicuramente!
Come faccio a restitere a quel cuore morbido caramelloso?
Buona serata!

Anonimo ha detto...

massi ha detto:
io li ho fatti, facilissimi e quasi buonissimi, se non fosse per il gusto pronunciato di farina, dite che si può ridurre la quantità nella ricetta senza intaccare le proprietà... e se si di quanto si può provare...

Anonimo ha detto...

Tesoro bello, io il caramello non lo so fare! Vado dietro la lavagna?
Dai passa ricetuzza.

Amarisca

Lydia ha detto...

@ Massi, io non mi ricordo questo sapore dominante di farina, ma potrei sbagliarmi, mi dispiace ma non so come aiutarti

@ Annamaria, io metto lo zucchero in un pentolkino con il fondo spesso, lo inumidisco con l'acqua e, senza girare lo metto sul fuoco fino a che non assume un colore ambrato.
E' più difficile a dire che a fare

audrey lefour ha detto...

Qualche consiglio hai condiviso sono adorabili !!! Grazie.

voyance par mail gratuit