come può una patata lessa diventare un hamburger

lunedì 27 aprile 2009

Pubblicato da Lydia



Alzi la mano colui al quale non piacciono le patate.
Io mi chiedo come abbiano vissuto i nostri antenati prima della scoperta dell’America, senza gnocchi, senza gattò, senza rosti, senza purè, senza tiella,o senza patate al forno, lesse o fritte.
Che vita triste e grama.
Spulciando un librettino senza grandi pretese sulle patate della food editore, dove avevo già preso spunto per questi gnudi di ricotta e patate , mi sono imbattuta in questi hamburger di patate alla frutta secca.
Li ho liberamente interpretati.
Della serie: come può una volgare patate lessa diventare qualcosa di sfizioso.


HAMBURGER DI PATATE ALLA FRUTTA SECCA

300 gr patate a pasta gialla
1 cucchiaio di gherigli di noce sminuzzati
½ cucchiaio di pinoli tostati
½ cucchiaio di nocciole tostate
1 uovo
1 cucchiaio abbondante di parmigiano grattugiato
2 cucchiai di olio e.v.o
2 cucchiai di pangrattato

Lessare le patate con la buccia in acqua salata, pelatele e schiacciatele in una terrina.
Aggiungete la frutta secca tagliata a coltello grossolanamente, l’uovo, il parmigiano e il pangrattato, tenendone da parte un po’ per la panatura.
Aggiustare di sale.
Formare degli hamburger aiutandovi con un coppapasta .
Passateli nel pangrattato e rosolateli in una padella antiaderente con un po’ di olio.
Servite gli hamburger ben caldi e ben croccanti decorando a piacere con noci e pistacchi





Comunicazione di servizio, per questa settimana l'appuntamento con la panificazione francese di Roberto sarà anticipato a mercoledì, anzichè venerdì.

Venerdì è primo maggio e tanti di voi lo avrebbero perso

18 commenti:

Genny ha detto...

eheheh storia della patata che si sentiva un hamburger:DDDè un'idea carina per chi noa ma tantissimo la carne...oppure da abbinaare aun hambeuerger vero in u doppio hamburger senza pane..:DD

Ciboulette ha detto...

una patata lessa non e' mai volgare.....anche con un filo d'olio, sale e prezzemolo e' gia' una principessa :))

Bello questo hamburger, la tua presentazione e' da alta cucina, altro che! Non mi sarebbe mai venuto in mente di asociare la frutta secca alla patata :-0

Un bacione!

Mirtilla ha detto...

la patata lessa e'poetica gia'di suo!!
originale e gustosissima la tua idea ;)

manu e silvia ha detto...

Ciao! proprio una rivisitazione originale e sfiziosa!!
bravissima!
bacioni

Marta ha detto...

decisamente un'idea sfiziosa!!!brava

robertopotito ha detto...

sono proprio interessanti questi hamburgers vegetariani!!!
baci

Solema ha detto...

Un'idea geniale, una presentazione superba.Ciao

Diletta ha detto...

Bbbbuoni!!!
E poi si prestano a mille variazioni, basta sbizzarrirsi!
thanks,
D. :)

dede ha detto...

con tanti vegetariani intorno questi sono una mano santa. Grazie!

eleonora ha detto...

Arrivo in Italia e mi fa piacere...bacioni di Francia

Artemisia Comina ha detto...

belle, mi piacciono! ma io avevo allucinato una crema rosso fuoco su cui poggiarle, e ora come torno indietro? crema di peperoni?

Lydia ha detto...

Un saluto a tutti gli estimatori delle patate lesse e non.

@ Artemisia, scusa ma non ho capito bene, vuoi metterle su una crema di peperoni?
Secondo me ci starebbero molto bene, anzi, ti dirò di più, nella crema di peperoni ci metterei eventualmente un richiamino di nocciole tritate.
Un abbraccio

comidademama ha detto...

bellissimo piatto, gran colori

anna righeblu ha detto...

Che idea Lydia! Sembra semplice ma... è geniale!!!

Complimenti, per l'abbinamento con la frutta secca...

Baci

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Geniale!!
Però senza grassi aggiunti (tipo burro) non rimane un po' asciutta?


E l'idea di Artemisia di una salsetta aggiunta non è male, sempre per lo stesso motivo.

Con i peperoni la vedo benissimo oppure un ketchup casalingo aka salsa rubra casalinga.

Lydia ha detto...

Dani, non era particolarmente asciutto, però sono assolutamente d'accordo, una salsetta ci sta veramente bene

ELel ha detto...

Adoro le patate!!!!! E questas ricetta dev'essere fantastica!

voyance gratuite en ligne par mail ha detto...

Questo blog ha un sacco di cordialità e calda ospitalità
grazie mille