patchwork

martedì 26 aprile 2011

Pubblicato da Lydia

Spiacente, nessun tutorial su come realizzare una coperta patchwork, io che non so attaccare un bottone, come potrei mai cucire tanti pezzettini di stoffa tra loro?
Patchwork è un termine elegante per definire quello che questa ricetta è: un raffazzonamento, un raffazzonamento molto buono però.
Prendete la ricetta della frolla al mais tostato che ho un liberamente scopiazzato da Manuela, prendete la ricetta della mousse al cioccolato e caramello di Pierre Hermè, mettetele insieme e godete.



TARTELLETTA CON FROLLA AL MAIS TOSTATO E MOUSSE CIOCCOLATO E CARAMELLO

Per la frolla al mais tostato

135 g. di farina di mais
120 g. di zucchero al velo
280 g. di farina 00
230 g. di burro freddo
1 uovo ed 1 tuorlo
4 g. di fleur de sel

Tostare in un pentolino antiaderente la farina di mais girandola continuamente senza farla bruciare, ma facendola diventare bella scura e profumata. Farla raffreddare.
Io metto tutti gli ingredienti, burro freddo a pezzetti compreso, nel Kenwood e con la foglia impasto il tutto prima a velocità bassa, quando cominciano a formarsi delle briciole aumento la velocità fino a quando la pasta frolla non sarà pronta. Con le mani formo un panetto, lo avvolgo in un foglio di stagnola e lo metto in frigo per almeno un paio d'ore.
Stendere la frolla abbastanza sottile, foderare degli stampini per tartelletta, rifilarli per bene dalla frolla in eccesso, bucherellarne in fondo e metterli in freezer per qualche minuto.
Sovrapporre a ciascuno stampino foderato uno stampino vuoto (così sarete sicuri che le tartellette verranno belle precise e non si gonfieranno), in mancanza utilizzare dei fagioli, dei ceci o dei pesini.
Infornare a 180° per 10 minuti circa, rimuovere lo stampino vuoto ed ultimate la cottura se necessario.
Sfornare, sformare e lasciare raffreddare

per la mousse cioccolato e caramello

90 gr zucchero
30 cl panna da montare
30 gr burro demi-sel
85 gr cioccolato fondente al 55 %

Montare la panna e metterla in frigo.
In una casseruola dal fondo spesso preparare il caramello a secco (mettere lo zucchero ben distribuito sul fondo della pentola, accendere il fuoco e, senza girare, aspettare che si formi un bel caramello ambrato), stoppare la cottura del caramello versando il burro ed un cucchiaio di panna, mescolare con un cucchiaio di legno.
Versare il cioccolato a pezzi e mescolare fino a che non si scioglie.
Lasciar raffreddare a 45° e mescolare delicatamente il composto alla restante panna.
Mettere in frigo per qualche ora.
Con l'aiuto di una sac a poche riempire le tartellette con la mousse

23 commenti:

Gambetto ha detto...

Ah ah...guarda che asso dalla manica!! :P
Dopo Pasquetta si dovrebbe pensare..."adesso volo basso" per uscire dal vortice di tortani&pastiere ed invece tiè...uno scacco matto alla mia golosità!
Tutto segnato e come sempre splendida realizzazione! :)))
PS
Una sola domanda...quanto incide il burro al palato nella preparazione della mousse?

Gambetto ha detto...

Dimenticavo..mi giri anche l'indirizzo (ovviamente tuo) dove girare la parcella del dietologo dove andrò a breve...grazie :)
ahahahahahahaha

anna ha detto...

Qui non c'è il tasto MI PIACE! Questa benedetta frolla con il mais tostato devo farla prima o poi.
Un abbraccio
Anna

Lydia ha detto...

@ gambetto, incide il giusto direi.
Io non ho mangiato pastiere e neanche tortani e casatielli quindi ho la coscienza pulita ;-))

@ Anna, fidati di me.
Un bacio grande

Gambetto ha detto...

Ma così non valeeeeee!!!! :P ahhahahahahahaha

arabafelice ha detto...

Godo gia' solo a guardarla, mi immagino se la avessi sotto i denti!!!

Federico ha detto...

Se arraffazzonassi un po' più spesso, saremmo tutti molto più felici ;-)
un abbraccio

sulemaniche ha detto...

libidine massima...mi hai steso! ;-P

Lydia ha detto...

@ Gambetto, lo so vi ho fregati tutti!!!

@ Araba, pensa che guardandola senza averla sotto i denti non ti si poggia sui fianchi... ;-))

@ Fede, la mia cellulite un po' meno però

@ sulemaniche, ho dato uno sguardo al tuo blog, certo che stendi anche tu

caris ha detto...

ah beh..un ritorno in grande stile..tanto per salutare le vacanze e aspettare, con angoscia, la ripresa della dieta (rigorosamente da domani)! Bentornata Lydia!

Mirtilla ha detto...

che golosi!!

Tery ha detto...

Solo a guardarla mette l'acquolina in bocca!!!!!

Dora ha detto...

No Lydia così non vale! Oggi volevo depurarmi e invece mi tocca rientrare nel girone dei golosi!

Lydia ha detto...

@ Caris, non parliamo di dieta, per favore

@ Mirtilla, sono felice ti piacciano

@ Tery,non sarai anche tu a dieta??!!

@ Dora, per fortuna guardare non fa ingrassare

Edda ha detto...

Perché riesci a mettermi sempre un nuovo tarlo in cucina? ;-) Hai troppo potere! Un bacio grande maisoso

Diletta ha detto...

Ammazza che patchwork!!!!
La frolla è nella mia lista da un bel po'.....mi sa che mi ci devo mettere d'impegno e provarla!!

Un sorriso,
D.

Sabrina ha detto...

è perfetta. un puro gioiello.

Lauradv ha detto...

Sì Sì godimento allo stato puro!!!

Lydia ha detto...

@ Edda, lo stesso potere lo hai tu, sappilo

@ Dile, prova anche la mousse,poi mi ringrazierai

@ Sabrina, ti ringrazio, sono felice ti piaccia

@ Laura, e non è neanche complicato tutto l'ambaradan.
Un abbraccio

fiOrdivanilla ha detto...

vale, eccome se vale! vale tutto con Lydia :D

Adoro il tuo stile di patchwork!! :D
NON CI POSSO CREDERE... la parola da verificare qui sotto sai cos'è !?
UNCINETTI O_O tanto per rimanere in tema...

Günther ha detto...

hai messo insieme due cose niente male che sopratutto insieme si potenziano

Muscaria ha detto...

Passo ad insultarti in un momento di maggiore lucidità: questo patchwork è un colpo basso, soprattutto dopo Pasqua! Sento che me lo sognerò stanotte :P

voyance gratuite mail ha detto...

Potrei anche dire che a volte ho imparato un sacco di cose su qualche blog.