Mai più senza!!!

mercoledì 16 settembre 2009

Pubblicato da robertopotito



Mi è mancato tantissimo, senza di lui la mia vita era triste e monotona...non avevo stimoli.
Il nostro rapporto si era bruscamente interrotto e lui,lui mi guardava con sguardo triste...lo avevo abbandonato, ma oggi piove quasi ininterrottamente e stamattina ci siamo guardati intensamente ed é bastato un attimo, un solo attimo perché il flusso interiore dei ricordi, di intere giornate trascorse assieme prendesse nuovamente il sopravvento e cancellasse lo stato di intensa apatia che mi aveva inchiodato per un paio di mesi.
In quel triste, tristissimo periodo, mi trascinavo quasi senza forze in panetteria ad acquistare insignificanti panini, pane senza anima,senza un vissuto, senza emozioni...

Mai più ...mai più senza il mio forno...



PANE DI FARRO BIANCO CON LIEVITO NATURALE ALLE OLIVE E BURRO DI BUFALA

(VERSIONE CON LIEVITO NATURALE)
INGREDIENTI:

400 grammi di lievito naturale ben maturo e vivace
1 kg di farina di farro bianco
200 gr di burro di bufala (in alternativa un buon burro di qualità non salato)
300 gr di latte fresco intero
800 gr di olive verdi o nere tagliate in grossi pezzi
2 cucchiaini rasi di sale fino possibilmente marino

(VERSIONE CON LIEVITO DI BIRRA)

INGREDIENTI
350 grammi di biga poolish (con 150grammi di farina di farro bianco, 5 grammi di lievito di birra e 150 grammi di acqua a tempertura ambiente)
gli ingredienti della versione con lievito naturale

ESECUZIONE

Assicuratevi che il lievito sia ben maturo e vivace (dopo l'ultimo rinfresco, dovrebbe raddoppiare il proprio volume in circa tre ore) ed unitelo alla farina di farro bianco.
Intridete molto bene il lievito con la farina e cominciate ad aggiungere il latte a temperatura ambiente.
Quando l'impasto sarà ben strutturato, unire il burro morbido in due riprese (100 grammi per volta), aggiungendo il rimanente solo quando il primo sarà stato ben assorbito dall'impasto. Aggiungere il sale solo adesso.
Lavorate energicamente per almeno una ventina di minuti, sbattendo con forza, ma sempre con amore, l'impasto ripetutamente su di una tavola leggermente infarinata.
Quando l'impasto sarà stato adeguatamente maneggiato e lavorato, ponetelo in una ciotola ben imburrata , copritelo con pellicola trasparente e fatelo riposare fino al raddoppio del suo volume.
Riprendete l'impasto ben lievitato ed unitevi delicatamente le olive ben scolate e tagliate grossolanamente; incorporatele e lavorate solo per il tempo strettamente necessario per aggiungervi le olive.
Formate dei panetti che riporrete in stampi rettangolari o della forma che meglio desiderate, spennellate abbondantemente con il latte e fate riposare per almeno un'ora.
Il pane che otterrete sarà molto morbido e piacevolmente profumato con una struttura alveolare uniforme e leggera.
Infornate a 190° fino a completa cottura del pane.



37 commenti:

Cappuccetto Rosso ha detto...

Mi presenti un pane cosi' con olive e burro di bufala quando per me e' giusto ora di cena????? Non si fanno certi scherzi.

Sei troppo bravo!

Diletta ha detto...

Cavolo Roberto, mi presenti un pane cosi' quando è giusto ora di colazione e io mi alzo sempre con la fame da lupo???? :)
Mamma mia deve essere di un buono...

Complimenti e questo lo faccio di sicuro!
Un sorriso snocciolato,
D.

Gambetto ha detto...

Un ulteriore spunto per accendere il forno :-)
Gran bella realizzazione!
Un paio di domande. Gli stampi vanno unti d'olio, imburrati ed infarinati o rivestiti di carta forno bagnata e strizzata...?Indicativamente la cottura quando dura? Complimenti come sempre e buona giornata

Lalu ha detto...

Quanto ti capisco, anche a me è mancato il profumino del pane e biscotti apena sfornati...qui piove da ormai 4 giorni senza sosta, mi sa che questo pomeriggio ricomincio anch'io... il tuo pane ha un aspetto delizioso!!sei bravissimo!! Buona giornata!

Sabrina ha detto...

Come ti capisco! Non sono uguali ai pani di panetteria, hanno un profumo diverso e io non ne posso fare a meno, esattamente come te :)

Lydia ha detto...

Farina di farro e lievito madre?
A me sarebbe venuto un mattone probabilmente.
Bellissimo questo pane, un rientro alla grande, degno di te

genny ha detto...

robeerto piuttosto che arrendermi..macchina del pane!!!:D bellissimo questo pane...io e la mi a pasta madrea bbiamo litigato:D

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Con i lievitati sono una schiappa e ammiro sempre i tuoi pani così perfetti. Alle olive non so resistere!
Bravissimo
Alex

ilcucchiaiodoro ha detto...

No come si fa senza il caro amico forno?
Il pane è perfetto!!!

Camomilla ha detto...

Sono d'accordo, mai più senza forno (anche se io personalmente penso di non averlo usato per una sola settimana) se ti permette di sfornare un pane così soffice come quello che vedo in foto. Golosissimo con quelle olive!

Dajana ha detto...

Mi viene in mente solo una parola Bosniaca per descriverlo ("rahlo"), ma non so come tradurla. è un piacere anche solo guardarlo, bravissimo.

lenny ha detto...

Bellissimo ed emozionante questo ritorno di passione :)

JAJO ha detto...

Beh, vedo che avete subito ritrovato l'affiatamento perfetto tu ed il tuo forno :-D
Ora che piove ricomincio anch'io a fare qualcosina (ma con la macchina del pane, visto che il forno ha qualche problema e non mi piace come sono venute le cose ultimamente).
Ciaoo

lacquadorosa ha detto...

Caro Roberto... hai fatto un miracolo: sento il profumo!!!!
Volevo chiederti, non è che posso venire a mangiarlo da te??? Non ci riuscirò mai a farlo così... nemmeno un pallido suo simile. A presto

Valentina ha detto...

Bellissimo il tuo pane. Lo voglio provare assolutamente.Anch'io non posso stare senza forno...Compro raramente il pane solo in caso di estrama necessità.Mi hai fatto venire in mente il mio ragazzo che quest'estate, assaggiando il pane che ho comprato, mi ha detto "sembra di mangiare un cotton fioc!".

Artemisia Comina ha detto...

che belle guance dorate! io il forno non lo abbandono nemmeno con 40° ;)

(magari abbandono la cucina tutta :))

Gunther ha detto...

che belle ricette mi ha incuriosito molto il burro di bufala tra i due io preferisco quello con il lievito di birra, ma è solo una questione di occhio

Eva ha detto...

un pan superesponjoso!!!

dada ha detto...

Gustosissimo ritorno di fiamma (e ti capisco, per il forno intendo). Buona giornata

Polinnia ha detto...

cosa c'è di più romantico di un amore ritrovato ?! questo pane mi fa venire l'acquolina...a quest'ora poi....

Maurina ha detto...

Roberto, come ti capisco! Senza forno... quasi impossibile da credere!!
Pensa che io sono senza ken da un mese e soffro in maniera esagerata, nonostante abbia la macchina del pane come sostituto per l'impasto del pane .... Forza e coraggio!

Betty ha detto...

fantastico questo pane, complimenti davvero!

robertopotito ha detto...

@ tutti coloro che mi hanno fatto i complimenti: grazie!! i complimenti fanno sempre piacere...

@Diletta: un bacione grandissimo!

@Gambetto: gli stampi vanno imburrati e leggermente infarinati, la cottura per un pane di circa 500/600 grammi si aggira attorno ai 40 /50 minuti.

@Lydia: basta concentrarsi e stablire un rapporto di amore e di forte intesa con questi tipi di impasto.

@lacquadorosa: vieni pure e quando vuoi!! Credimi non é così difficile(leggi ciò che ho scritto a Lydia)

@JAJO: cambia la foto per piacere...eh eh

@Valentina: queste sono le vere soddisfazioni!!! Come ti capisco

robertopotito ha detto...

@Maurina: la rottura del Ken una vera sciagura...come se mi si rompesse il Plurimix...sigh!

@Gunther: prova anche con il lievito naturale se ne hai a disposizione...credimi é tutta un altro mondo di sapori e di profumi.

robertopotito ha detto...

@Maurina: la rottura del Ken una vera sciagura...come se mi si rompesse il Plurimix...sigh!

@Gunther: prova anche con il lievito naturale se ne hai a disposizione...credimi é tutta un altro mondo di sapori e di profumi.

Ciboulette ha detto...

Eccoti tornato per ravvivare il mio amore per il pane e la consapevolezza di non saperlo fare!!! PErò io ci provo lo stesso, come feci per i banini col babeurre, che erano buonissimi, ricetta a prova di schiappa :D
Bentornati (tu e il forno!)

Antonella ha detto...

Questo pane è uno spettacolo....ha tutto quello che più mi piace: il lievito madre, le olive e il burro di bufala!
Devo provarlo! ;)
Ciao

sabrine d'aubergine ha detto...

Un pane stupendo, soffice e saporito: complimenti! Non conosco il burro di bufala, ma adoro la mozzarella (che mi trasporto regolarmente nelle scatole di polistirolo da aereo): c'è qualche somiglianza nel gusto? A presto

Daniela di SenzaPanna ha detto...

la conversione di Roberto al lievito madre è spettacolare!!!

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Lydia, Bonci da Pizzarium fa la pizza in teglia con il farro ed è tutt'altro che un mattone, il contrario!!!

Lydia ha detto...

Per l'appunto Dani, Bonci e Roby riescono ad ottenere mirabilie con la farina di farro, io otterrei mattoni ;-))

Solema ha detto...

Il mio lievito madre riposa ancora in congelatore. Sveglia, è ora di panificare.
Per il momento lo farò con il lievito di birra. Posso fare panini?

Daphne ha detto...

Fantastico, lo proverò sicuramente questo, ha un aspetto sofficissimo.

Adriano ha detto...

Come sempre, bellissima ricetta.
Io direi mai più senza burro di bufala, da quando l'ho provato negli impasti, non lo lascio più ;)

Mariù ha detto...

Burro di bufala??
Una ne pensi e cento ne fai!
Bello questo pane, bianco bianco, dall'aspetto così morbido e con le olive!!!
Un bacione,
m.

Anto61 ha detto...

Ciao, navigando in cerca di ricette di pane mi sono imbattuta nel tuo blog, e mi ci sono subito "tuffata", affascinata dalle ricette, dalle presentazioni, e anche dalle ricette svizzere, e francesi, che sono anche una mia mania! Una domandina che è un mio dubbio, perchè la tua ricetta è chiara: la farina della biga, è tolta dal totale o è in più rispetto al chilo? Grazie e complimenti!!

robertopotito ha detto...

@ ANTO: ciao e benvenuta!!!
la farina prevista per la biga è a parte rispetto al peso della farina per l'impasto finale.Quindi, il totale della farina sarà di circa 1,350 Kg.
Saluti cari e fammi sapere