attrazione fatale

venerdì 31 luglio 2009

Pubblicato da Lydia

Non c’è bisogno che qualcuno me lo dica, so che accendere il forno con 40 gradi all’ombra è da ricovero coatto in manicomio.
Ma cosa ci potevo fare io se avevo un po’ di roba da smaltire e mi era venuta voglia di plumcake? Nulla di trascendentale e sofisticato: un semplice e morbido plumcake.
E poi è così, non posso farci nulla, devo farmene una ragione: il forno esercita su di me un’attrazione fatale.

Liberamente tratto da "quiches, cakes & compagnie" di Ilona Chovancova della Marabout



CAKE AL DOPPIO MIRTILLO E PISTACCHI

3 uova
125 gr zucchero
150 gr farina
50 gr farina integrale
2 cucchiaini di lievito in polvere
1 yogurt
80 gr di burro fuso
100 gr mirtilli freschi

50 gr di mirtilli secchi
50 gr pistacchi tritati grossolanamente

Montare i tuorli con lo zucchero, aggiungere delicatamente con una spatola la farina con il lievito, poi lo yogurt, il burro ed infine i mirtilli, e i pistacchi tritati.
Infornare a 180 gradi per 45 minuti circa

18 commenti:

robertopotito ha detto...

molto interessante l'utilizzo del pistacchio.Ultimamente, dispongo di un chilogrammo di pasta di pistacchio naturale di Bronte, che credo utilizzerò anche per qualche lavoretto di panificazione per questo autunno.
Complimenti !!!

lenny ha detto...

Il titolo mi ha condotto irrimediabilmente a te, curiosa di conoscere la causa di un'attrazione così forte, ma poi leggendo le tue spiegazioni ed ammirando il cake ho capito che mai nessun titolo poteva essere più adeguato.
Interessante al presenza del doppio mirtillo :))

Konstantina ha detto...

Faccio anche io un cake molto simile, ma senza i pistacchi che ora che ci penso si abbinano prefettamente con i mirtilli!! Hmmmm...ho ancora un po' di pistacchi portati dalla Grecia nel mio ultimo viaggio....hmmm (pensieri diabolici passano per la mia testa!!)

Virginia ha detto...

Lydia, se dovessi attribuirti un ingrediente, sarebbe sicuramente il pistacchio.
Ficus lo stampo allungabile...

Dajana ha detto...

Stamattina sto facendo la stessa cosa, sto svuotando il frigo prima della partenza per il mare, e sì, ho acceso il forno. Almeno quando poi esco dalla cucina sento più fresco :D

Che dire del tuo plumcake, delizioso, adoro i mirtilli, devo provarli in combinazione con i pistacchi

Gambetto ha detto...

L'accensione del forno sarà una follia ma vuoi mettere svegliarsi il giorno dopo ed invece della solita colazione stereotipata con prodotti comprati trovare questa piccolo capolavoro artigianale...
Mi piace molto anche la foto che rende in pieno la fragranza del cake. Se non hai ammazzato nessuno con il caldo del forno allora mi sa che ne è valsa di gran lunga la pena! :-)

JAJO ha detto...

Ciao Mitica, ma i pistacchi non tendono ad andare a fondo? li infarini?
Pensa che ho tutti gli ingredienti: quasi quasi li porto alla suocera e il forno lo faccio accendere a lei hahahahahaha
Un bacioneeeee

Solema ha detto...

Sarà masochismo, ma come ted'estate il forno è un'attrazione, cerco di dire "vade retro" ma niente da fare, ho appena fatto i panini soffici di Roberto,e allora avendo gli ingredienti farò anche il plum.
P.S. Non vorrei essere parte in causa per la chiusura dell'archivio,mi spiacerebbe molto; la ricetta l'avevo stampata prima della chiusura del sito e mi sembrava corretto metttere il link. Ciao

genny ha detto...

conosci già il mio parere sul forno....e questo plumcake mi pare fantastico!!!semplice...ottimo per la colazione!!!

Diletta ha detto...

Lydia! e' bellissimo!
Ha ragione Virginia...mi sa che ti ribattezzio Miss Pistacchio!
Un sorrisone,
D.

PS. Grazie ancora per il tuo pensiero e la ricetta!! Quando torno in italy inizio a sparare cartucce!

Lydia ha detto...

@ Robbby, lo so bene di cosa disponi, e sai anche che 250 gr sono miei!!!!

@ Lenny, la cosa bella è che oggi ho voglia di infornare biscotti, se non avete più mie notizie vuol dire che mi hanno fatto rinchiudere!!!

@ Konstantina se non avrò più tue notizie saprò che sei collassata davanti al forno e chiamerò il 118

@ Virgi, giuro, ho finito i pistacchi.
Certo che li ho messi proprio dappertutto dal risotto al gelato alla pasta alla creme brulè.
Lo stampo allungabile è una delle più grandi invenzioni del secolo

@ Dajana, non ci avevo pensato, è vero dopo la temperatura esterna sembra arietta di ontagna!!

@ Gambetto, per fortuna ancora tutti vivi e vegeti!!!

@ Jacopo, l'impasto non è liquidini, quindi resta tutto lì dove lo metti senza cadere sul fondo.
Sono un totem o no???

@ Solema, tranquilla, tu non c'entri nulla.
Un abbraccio

@ Genny, compagna mia di omicidi con forno!!! ;-)))

@ Dile, un bacio da miss pistacchio

Virginia Young ha detto...

Hi,
I had google translate the recipe. The instructions mention yeast, but there is no mention of yeast in the ingredients, just baking powder.
It looks wonderful and I will definitely make this, just want to clarify the yeast/baking powder thing.
Thank you,
Virginia

Lydia ha detto...

Hi Virginia!
Welcome in our blog.
I used baking powder, not yeast.
Thank you for your visit

Anna Righeblu ha detto...

Quel plumcake è proprio una meraviglia e io adoro mirtilli e pistacchi! ...Ma il forno no, adesso non ce la farei!
Baci :)

fiOrdivanilla ha detto...

credo proprio che creerò un altro blog by fiOrdivanilla, dedicato ai foodblogger insonni. Penso lo farò a breve, non scherzo! Perché a quanto pare siamo in molti e non me lo aspettavo proprio.. vero?! ;)

... ascolta ascolta :) consolati, non sei l'unica a trovare attraente.. il forno! Sì, pure d'estate! Ed io non è che lo accendo occasionalmente, no. Quotidianamente. Sì hai capito bene! Mi piace gratinare le verdure, eccetera.. ed ogni giorno lo uso, ogni santo giorno. Caldo o non caldo a me non fa differenza ^_^ comunque i pistacchi coi mirtilli non li ho proprio mai mai provati e devo dire che mi prende moltissimo come abbinamento! Secondo me è buonissimo! A te è piaciuto? Lo avevi già fatto? Ti ha soddisfatto? l'apparenza mi indurrebbe a non esitare un attimo dal provarlo eh! E' proprio bello!

dada ha detto...

In effetti attrazione di fuoco! Lydia sei adorabile. Non sempre tutto cio' che facciamo ha una logica no? Un abbraccio forte (anche italico ;-)

Lydia ha detto...

@ Anna, tu sì che sei saggia!!!

@ fiordivanilla, a me è piaciuto: morbido, non eccessivamente unto (spesso i plumcake sono davvero molto pesanti).
Io lo predico da tanto che bisognerebbe creare un luogo di incontro virtuale per foodblogger insonni.
Avrebbe un successo strepitoso, e la notte ci sarebbe il pienone

@ Dada, hai proprio centrato il problema, io sono troppo spesso illogica.
Buona permanenza italica.
Un bacio

Lalla ha detto...

Mirtilli e pistacchi è un'accoppiata che non ho mai provato..ma deve essere squisita!!!