memories

mercoledì 12 gennaio 2011

Pubblicato da Lydia

Se tornando dalle vacanze vi ammalate e vi viene l'influenza, se siete lamentosi e doloranti, uggiosi e tediosi, se siete sommersi da un mare di fazzolettini di carta e televisione e patate lesse sono la vostra compagnia, se volete solo la mamma, ma lei è lontana e per giunta influenzata come voi, allora solo una cosa può consolarvi: il ricordo dei paccheri con seppie, gamberetti e vongole preparati dalla mamma per la vigilia di Natale.
Stroncata dalla seconda influenza in un mese e mezzo vi saluto.


PACCHERI CON SEPPIOLINE, VONGOLE E GAMBERETTI

per 4 persone
300 g di paccheri
1 kg di vongole veraci
500 g di seppioline
500 g di gamberetti
aglio
olio
prezzemolo
vino bianco
2 o 3 pomodorini del piennolo

In un tegame capiente e coperto fate aprire le vongole con un bicchiere di vino bianco, 1 spicchio d'aglio e un po' di prezzemolo. Sgusciatele, tenetele da parte e filtratene il liquido.
In un altro tegame fate scaldare l'olio (calcolatene 1 cucchiaio bello abbondante per persona più uno per la pentola), i pomodorini, l'aglio (che poi provvederete ad eliminare) e un po' di peperoncino, fate cuocere le seppie tagliate a pezzi piccoli, pochi minuti mi raccomando, solo alla fine aggiungete i gamberi (che poi sguscerete) e le vongole che avevate tenuto da parte.
Nel frattempo lessate in abbondante acqua salata i paccheri, scolateli bene al dente e spadellateli nelle seppie, nelle vongole e nei gamberetti aggiungendo un po' del liquido filtrato delle vongole

33 commenti:

Gambetto ha detto...

Ma allora non sono il solo che quando ho l'influenza e non assaporo nemmeno il fiele sogno ad occhi aperti qualcosa di buono che mi faccia resuscitare?! :P ahahahaahahahaha

Riprenditi che nel frattempo io mi appunto la ricetta :))))
Un abbraccio al doppio paracetamolo ed un sorriso al Vixsinex! :))

arabafelice ha detto...

Come si dice...un piatto simile farebbe resuscitare un morto, probabilmente quindi fa passare pure l'influenza :-)))

Ti abbraccio, Lydia, dai che passa...

Alex ha detto...

Uguale uguale a te! Solo che la mamma ora sta peggio di me. E io non ho neanche il ricordo dei paccheri.
Quest'anno l'influenza è proprio tosta, facciamoci coraggio. Un bacio grande.

Genny @ alcibocommestibile ha detto...

Sai che so cosa vuol dire , l'anno scorso era un continuo... Tanto riposo, tanto oscillococcinum che per me é stata la chiave di volta e tante coccole:) anche se virtuali
Un abbraccio

Serena ha detto...

Ma allora ci vuoi proprio far del male piazzandoci in primo piano un gamberetto tanto succulento di prima mattina! Un abbraccio caldo per una pronta guarigione

Lo Ziopiero ha detto...

...sto sbavando...quell'olio denso di sapori che brilla sui paccheri....mmmmmmmmm

Kettepossino!!!

:)))

Lydia ha detto...

@ Gambetto, sognare ad occhi aperti è l'unica consolazione che resta..

@ Araba, devo ammettere che stamattina mi sono svegliata già molto meglio.
Un abbraccio

@ Alex, anvhe tu con l'influenza?
Io sto pensando di fare il vaccino l'anno prossimo, una volta ogni mese e 1/2 mi pare troppo.
Bacioni e guarite presto tu e la mamma

@ Genny, un abbraccio e un bacione a te

@ Serena, pensa che un po' di male lo faccio anche a me, quei gamberetti qui a Milano mica li trovo

@ ziopero, sto sbavando come te!!

Ale ha detto...

Ti auguro per prima cosa che tutto ti passi velocemente, si, l'influenza è proprio molto noiosa !
Sai che io non ho mai cucinato questo formato di pasta nonostante un pacchetti giaccia nella mia credenza da un pò, Ottima ricetta dalla quale prenderò sicuramente spunto per usare finalmente questa pasta ! buona giornata

CorradoT ha detto...

La mamma e' sempre la mamma :)
E adesso qualche domanda, tanto per distrarti dall'influenza...
1 - Secondo te qui l'aglio va intero, a pezzi, o tritato?
2 - Per il prezzemolo in cottura: solo gambi, vero? O no?
3 - Se il vino non e' tutto evaporato, non e' che poi si sente troppo alla fine?
4 - E il sale? Ora o alla fine?
5 - Sempre secondo te: meglio gamberi (..oni) o gamberetti?

P.S. - Io non sono sempre cosi', ma ogni tanto mi prende la rompicoglionite...

Lydia ha detto...

@ Ale, questo formato di pasta è molto difficile perchè tende a rompersi facilmente in cottura, devi scegliere la marca giusta.
Noi in Campania lo usiamo molto, la morte sua è con ragù alla napoletana e ricotta.
Buona giornata a te

@ Corrado, allora, per gusto mio e di mia madre aglio intero e poi eliminato, ma se ti piace molto nulla vieta che tu lo metta tritato; prezzemolo intero non tritato (gambi e foglie); il vino non era troppo invadente, se hai dubbi che non sia evaporato del tutto lascia restringere un po' il liquido filtrato sul fuoco; il sale non dovrebbe servire, in ogni caso regolerei alla fine; voto per i gamberetti.
A presto

silvia ha detto...

adesso faccio la mamma. prendi una tazzona di latte bollente, metti il miele, tanto, metti il cognac invecchiato bene. un po'. bevi tutto a cucchiaiate. una dopo l'altra. all'ultima ti addormenti e quando ti svegli doccia bollente e daccapo. un abbraccio. e le coperte fino alle orecchie. il potere taumaturgico dell'acqua calda è potentissimo.

Mafaldina ha detto...

Oh mia cara, come ti capisco! Io lotto con la maledetta influenza da dieci giorni ormai! Febbre, tosse, raffreddore, mal di gola... Tosse e sinusite mi tengono ancora compagnia!
Ma questi paccheri potrebbero rimettere al mondo anche un moribondo :)
Buona guarigione. Un bacio, M.

lucy ha detto...

cara ti capisco molto bene, perchè lìinfluenza mi ha colpito a natale e ora i miei! e i sintomi mi sà che stanno tornando?!ti dirò l'ho provato l'agar agar ma non è di quelle cose che consiglio, solo perchè appena lo lasci nel liquido caldo si sprigiona odore di pesce, che per fortuna non si sente nel gusto.quest'anno voglio provare tante cose nuove ma non tutte andranno a buon fine!bacioni e scusa il post lungo

Babs ha detto...

ciao Lydia, mannaggia mi spiace, io ho avuto entrambi i figli malati per tre giorni e capisco la situazione... latte e miele , spremute e riposo. riprenditi :)
un abbraccio

Lydia ha detto...

@ Silvia, obbedisco!!! va bene lo stesso però se ometto il cognac? Sono completamente astemia.
Bacioni

@ Mafaldina, tutta la mia solidarietà!!!
Ci vorrebbe una cena da Gennaro per rimetterci in sesto ;-))

@ Lucy, noto che in tanti hanno trascorso le vacanze di natale in compagnia dell'influenza, accidenti.
Non sapevo questo inconveniente dell'agar agar, quindi meglio rimanere fedeli alla vecchia colla di pesce?

@ Babs cara, grazie, già va molto meglio oggi.
Un abbraccio

Federico ha detto...

...dal mio letto di dolore, sbavo per i paccheri e mi rimetto a fare l'aerosol, ho anche la sinusite...
Un abbraccio

Saretta ha detto...

POvera Lydia!Comunque mi segno la ricetta della mamma..sublime!Pronta guarigione!Un bacione

Elga ha detto...

Un pensiero speciale e un abbraccio che ti possa restituire un pò di forza.
Un abbraccio

giulia pignatelli ha detto...

Mannaggia Lydia, 2 influenze in un mese... Ci sono proprio periodi storti... Un bacio in fronte carissima ;)))

Lydia ha detto...

@ Federico, ti sono vicina, ti capisco e ti abbraccio.
Ci vediamo ad identità golose?

@ Saretta, grazie cara, se avessi un piatto di paccheri per pranzo guarirei più velocemente.
Un abbraccio

@ Elga, un abbraccio forte a te

@ Giulia, la cosa positiva è che in questo mese sono dimagrita...
Grazie del bacio, ricambio con un abbraccio

Edda ha detto...

Io non sono tornata dalle vacanze ma sono tutta indebolita lo stesso, questi paccheri meravigliosi della vigilia mi guariranno, ne sono sicura!
Un abbraccio grande grande e abbi cura

L'acqua 'dorosa ha detto...

Un buon obiettivo a cui tendere per rimettersi in piedi. Come te, malaticcia e lamentosa... sogno! Rimettiti in fretta. Un abbraccio.

Milen@ ha detto...

Anch'io sono in convalescenza ed un piatto dei tuoi paccheri mi aiuterebbe di certo!
Rimettiti presto :D

JAJO ha detto...

Ecco, lo sapevo: è la perfidia !!!!! :-PPPP
Scherzi a parte, rimettiti presto (sicuramente questi paccheri ti hanno fatto sentire in pace col mondo :-D)

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Accidenti, due influenze nello stesso inverno sono uno strazio ... ottimo rimedio è sfogliare i ricordi migliori ... meglio ancora se coinvolgono la mamma :-)
Auguri di pronta guarigione

Lydia ha detto...

@ edda, abbi anche tu cura di te che il 29 si avvicina!!!

@ l'acquadorosa, anche tu tra le baciate dalla prima influenza 2011.
Stringi i denti e rimettiti in fretta. io comincio a stare meglio

@ Milena, quoque tu...
Paccheri per tutti allora per rimettersi in forze

@ Jajo, ppprrrrrrr ;-))

@ twostella, per fortuna oggi sto molto meglio e le2 influenze mi hanno fatto anche perdere qualche chilo,che non guasta mai...
Un abbraccio

caris ha detto...

Dovresti inserire questa ricetta fra quelle mediche come sommo rimedio per far passare il raffreddore! Secondo me se uno li mangia poi guarisce :)
Bella!

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

ho "bisogno" di una bella influenza ... la mia bilancia mi ha dato l'ultimatum :-P

Erica ha detto...

Siamo proprio nella stessa barca... come ti capisco... :)

Ricetta bellissima ^_^

Marta ha detto...

e ma che buona sta pasta!!! Guarisci presto;O)

Vero ha detto...

ho anche solo paura a dirlo...
ma io ques'anno, eccezione fatta per un po' di raffreddore, l'influenza non l'ho ancora fatta....
Ti dirò, con la malavoglia che mi ritrovo ultimamente ci starebbe proprio bene. io i fazzoletti le coperte e questi paccheri!! :))
un abbraccio vongoloso !
Vero

Oxana ha detto...

Ciao Lydia:))
Ti faccio tanti auguri delle feste passate e devi riprendersi!!!
Un grande bacione

Lydia ha detto...

@ caris, hai proprio ragione, certe cose fanno meglio di tante medicine

@ twostella, se vieni qui ti do un po' di bacilli ;-))

@ Erica, questo inizio anno è un'ecatombe, spero tu stia un po' meglio

@ Marta,guarita sono!!!

@ Vero, tocco ferro per te, anzi no così ti fai coccolare un po'

@ Oxana, un bacione a te!!!
Sto decisamente meglio