Ringraziamenti, gratitudine e scuse al sig. La Mantia

lunedì 8 giugno 2009

Pubblicato da Lydia

Con il capo cosparso di cenere chiedo ufficialmente scusa al signor La Mantia, grande chef siciliano, creatore, tra le altre cose, del celebre pesto di agrumi.
Da Lui ho scopiazzato per questo piatto di pasta che, credetemi, può resuscitare i morti.
Non so quanto sarebbe contento il succitato maestro nel vedere cosa ho fatto della ricetta che tanto lo ha reso celebre, ma questo pesto me lo sparerei in vena per quanto è buono.
Certo si erano create delle congiunture astrali molto favorevoli: i miei erano stati in Sicilia e da Avola mi avevano portato una grosso quantitativo di pizzute, io ero stata alle Egadi e mi ero portata tra le altre cose dei fantastici capperi di Pantelleria, avevo ancora un po’ dell’origano preparatomi a Sorrento.
Insomma la materia prima era di prim’ordine, ciò non toglie che sarò eternamente grata al sig. La Mantia per aver pensato di combinare insieme tutti i sapori della sua terra.
Chapeau.
Nel suo libro “ Filippo La Mantia - le ricette" ce ne sono varie versioni, una volta ci mette la menta, una volta ci mette anche i pinoli, io scopiazzando quà e là l’ho fatto così



PESTO DI AGRUMI ISPIRATO A FILIPPO LA MANTIA

2 arance pelate al vivo di media grandezza
1 mazzetto di basilico
1 cucchiaino di origano
1 manciata di capperi di Pantelleria dissalati
100 gr di mandorle di avola pizzute con la buccia (se le arance dovessero essere grandi aumentate il quantitativo delle mandorle)
Olio e.v.o. 3 cucchiai circa
Zeste di 1 limone

Mettere il tutto nel frullatore e condire la pasta amalgamando il tutto con dell’acqua di cottura


P.S.
Giuro che non è assolutamente stato fatto apposta, ma Filippo La Mantia proprio mercoledì 10 giugno, aprirà un suo ristorante a Roma all'Hotel Majestic.
Che questo post gli porti bene!!!!!

29 commenti:

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Le arance ce l'ho, basilico e origano crescono sul balcone, ho ancora i capperi di Pantelleria presi da Castroni. Ok, saranno mandorle tetesssske, ma questo pesto me lo sparerò in vena al più presto!
La Mantia mi sta troppo simpatico. Non avendo TV italiana, lo conosco solo dagli interventi radiofonici su radio Capitale dove mi fa letteralmente morire dal ridere. Credo che mercoledì apra il suo ristorante.
Un abbraccione
Alex

Lydia ha detto...

Alex, sapevo anch'io di una sua imminente apertura a Roma.
Che questo post gli sia di buon auspicio!!!!

P.S.
Secondo me le mandorle tedessske vanno benissimo.
Un abbraccio

Cianfresca ha detto...

E' una meraviglia! Altro che resuscitare i morti si sente il profumo fino a qui!

Ciboulette ha detto...

Il mio basilico 2009 sta crescendo, yuhu! Per ora non me la sento di stroncarlo sul nascere, ma tra un paio di settimane questo pesto sara' mio....o prima, se non ce la faccio ad aspettare lo compro, e amen :D

Non conoscevo la qualita' delle mandorle di Avola, immagino che siano davvero di primissima qualita' e non posso fare a meno di chiedermi perche' si chiamino "pizzute"! :D

Un bacio grande, foriera di belle notizie, sono sicura che allo chef il tuo post protera' benissimo!

Wawa ha detto...

E sarà un "caso" che leggo questo post senza averlo cercato e... con l'invito per l'inaugurazione del ristorante che citi nella mia casella di posta!! Ok, non sono una "vip", ma siccome sono cuoca (capopartita) ed avevo sostenuto con il grande chef il colloquio per entrare nella nuova brigata (purtroppo non ce l'ho fatta...) mi sono meritata l'invito, recapitatomi nientepopodimeno che dalla supermegaPR Tiziana Rocca... mi ha fatto strano leggerlo in posta... me so sentita importante ;-)) Bacioni a tutti e buonissima giornata. Lauretta

JAJO ha detto...

Ma la mia caponatina è meglio della sua hahahahahaha

virgikelian ha detto...

Delizioso questo pesto.
Ho parecchie ricettine di Filippo La Mantia che abbina il suo mitico pesto di agrumi anche al cous cous.
Grazie per la notizia dell'apertura
del ristorante, ma purtroppo ho un impegno .... Ciao , buona giornata
Virginia

Anonimo ha detto...

Deve essere buonissimo Lydia, mi mancano solo le arance! Provvedo subito, grazie!!!

amarisca

Diletta ha detto...

Lydia, la ricetta la giro direttamente a mia mamma cosi' me lo prepara per venerdi sera quanto arrivo! I capperi di pantelleria ci sono, l'origano l'ho raccolto io pirsonalmente di pirsona in Cilento, le mandorle avola le prendiamo in confetteria perche' la mia mum sgranocchia confetti tutto l'anno...non manca nulla!

Un sorriso mediterraneo,
D.

Mimmi ha detto...

Ho il balcone invaso dall'origano fresco. É una buona occasione per usarlo finalmente per un buon proposito.
La Mantia aprirá mercoledí 10 giugno. Lo so per certo perché al Majestic ci ho lavorato e ho ancora buoni contatti con gli ex colleghi. Se puó servire...
Grazie e buona giornata, Mik

Lydia ha detto...

@ Cianfresca, le mie foto come al solito non rendono, ma è davvero profumatissimo oltre che ottimo

@ Cibou, non per cultura mia, ma perchè ho letto direttamente dal sito di Avola, il nome delle pizzute è dovuto alla forma del loro guscio.
Ti mando un bacio e ti faccio ancora i miei complimenti

@ Beh Wawa, se ci vai salutamelo e fagli tanti complimenti da parte mia, oltre che un grosso in bocca al lupo ovviamente.
E grazie per essere passata di qui

@ Jajo, devo assaggiarla, non ci credo...

@ Virginia, vorrei provare anche il suo couscous. Devo comprare il libro, mi manca

@ Annamaria, prova e poi mi dirai.
Un bacio

@ Dile, allora sei a cavallo.
Un bacio e ancora complimenti ;-)))

@ Mimmi, mi pareva di aver letto 9 giugno sul suo sito, mi sarò sbagliata.
Beata te che hai l'origano sul balcone.
Un saluto

manu e silvia ha detto...

Wow, che buono questo pesto! originalissimo e da provare assolutamnte!
bacioni

Mirtilla ha detto...

oh mamma...una pestodipendente!!!
benedetta figluola..

Gambetto ha detto...

Sono già alla ricerca degli ingredienti. Origano della costiera amalfitana presente, basilico d'orto idem...scatta la caccia al resto :-P Ti faccio sapere appena lo faccio.
Complimenti!

Diletta ha detto...

Lydia, mi sono dimenticata di chiederti quanta condisci con le dosi indicate.
Thanks!!
D.

Juls ha detto...

gli ingredienti sono utti firmati, chissà che pesto paradisiaco!!
mi segno la ricetta, sì sì!
baci e buona settimana!

Lydia ha detto...

@ manu e silvia, poi, se lo fate, fatemi sapere cosa ne pensate

@ Mirtilla, io di questi periodi mangerei pesto di ogni tipo

@ Gambetto, aspetto notizie!!!

@ Dile, secondo me ci condisci bene circa 800 gr di pasta

@ Juls, hai ragione, tutti ingredienti superfirmati.
Felice settimana a te

Sandra ha detto...

Lydia, non è che puoi spararne un pò anche a me?? :)))
Devo tenermi buona con la pasta, se no i kg persi tornano alla grandeeeeeee!
P.s. grazie per gli avvisi alle vincitrici, piccola vedetta prussiana!
:-P

Sandra ha detto...

P.s. Lamantia è proprio simpatico! :o)

JAJO ha detto...

A parte il fatto che sono pi
affascinante io con la casacca da cuoco, ti farò assaggiare la caponata quando verrai a Roma hehehehe

dada ha detto...

Se lo dici tu che aspettiamo? Già gli ingredienti sono stratosferici (se vuoi me ne puoi anche mandare un po' ;-) inoltre adoro i pesti, in particolare con gli agrumi. Buona serata!

@ Alex: mi hai fatto troppo ridere con le tue mandorle, ma pare che siano buone, no? (solo la pasta di mandorle lo è?)

Gunther ha detto...

che brava, viene voglia di farlo subito è molto originale se vengo a roma prossimamente non me lo perdo

dada ha detto...

Messaggio personale: Lydia ti ho mandato una mail sul gelato al caramello di Hermé
Buona notte!

Lydia ha detto...

@ Sandra, secondo me se te lo spari in vena non ingrassi, eviti il passaggio da cosce, pancia e fianchi ;-)) Devo provare a spararmi in vena una bella crema gianduja e vedere cosa succede...

@ Jajo, io già te l'ho detto che con la casacca da cuoco assomigli a Toto Cutugno che serve ai tavoli per arrotondare

@ Dada, ricevuto e risposto, grazie di cuore.
Un abbraccio

@ Gunther, se dovessi andarci ringrazialo e scusati con lui da parte mia ;-))

Daniela di SenzaPanna ha detto...

Lydia, io vengo a Milano e tu parti?

Lo fai apposta per non cucinarmi questa pasta e farmi fare pace con la cucina di La Mantia?

;-)))

PS: io ero stata nel ristorante che gestiva prima, non sapevo che avesse cambiato.

JAJO ha detto...

E con questo ribadire su Toto Cutugno ti sei giocata la caponata hahahahahaah

Wawa ha detto...

Confermo che il gala per l'apertura del suo Ristorante (sempre all'interno del Majestic, credo) è per domani, io vado, con il mio compagno e prometto di salutarvelo... Ve lo faccio salutare dal bimbeto che sta nel mio pacino ;->> lo prenderò sulla tenerezza! Baci a tutti. P.S. questo pesto è una BOMBA di goduria! Lauretta

Lydia ha detto...

@ dani, hai visto che riusciamo a vederci??!!

@ Jajo, ma quanto sei permaloso... ;-))

@ Lauretta, ma tanti tanti auguri!!!!!!

Rosy ha detto...

Lydia, l'abbiamo preparato oggi a pranzo. Ottimo e "bloggato" chez moi. :)
Io direi che se piace la pasta ben condita la tua ricetta è per 6. (Io ho usato le mezze maniche che richiedono un po' più di condimento, però.)
Grazie della bella ricetta.
Baci