favignana e la bottarga di tonno

venerdì 12 giugno 2009

Pubblicato da Lydia


Durante il ponte del 2 giugno sono stata in barca alle Egadi, e ho avuto l’opportunità di gironzolare e conoscere Favignana, famosa oltre che per il bel mare anche per la sua tonnara, un tempo della famiglia Florio, attiva fino agli anni 50 per la lavorazione del tonno della famosa mattanza di Favignana.


Oggi, quel maestoso stabilimento che veglia sul piccolo porto di Favignana è in disuso, la maggior parte dell’ormai esiguo tonno pescato a Favignana viene per lo più venduto e poi lavorato nel trapanese, con eccezione di una piccola azienda artigiana conserviera che ancora resiste: la conservittica sammarzano.
La mattanza è un antichissimo metodo di pesca del tonno, quasi un cerimoniale, probabilmente risalente ai Greci e poi portata in Sicilia dai Fenici, e perfezionato dagli arabi ( il nome del capo della mattanza è rais, capo in arabo).
Da metà aprile si cominciano a calare le reti in acqua a formare una sorta di gallerie in cui rimarranno poi imprigionati i tonni che tra fine maggio e inizi giugno lasciano l’oceano per andare a riprodursi nel Mediterraneo.




Non voglio entrare nello specifico e parlare delle cosiddette camere della morte altrimenti vi farei passare l’appetito, e neanche vorrei impelagarmi in discorsi circa la crudezza di questo metodo di pesca, non è questa la sede adatta.
Ho solo voluto farvi conoscere un rito antico per la pesca del tonno ed introdurvi la bottarga di Favignana, che naturalmente mi sono portata a casa.
La bottarga di Favignana, che è un presidio slowfood, è molto meno salata e più delicata di quella a cui ero abituata (quella sarda di muggine), oltre ad essere più scura.
Se avete voglia potete dare uno sguardo alle 5 fasi della lavorazione della bottarga sul sito della Conservittica Sammartano
In questi giorni l’ho utilizzata in qualche semplice preparazione, ritengo che quando la materia prima sia di un certo tipo ci sia poco da rimaneggiarla.
Non vi lascio nessuna ricetta, sarebbe offensivo...

spaghetti alla bottarga di Favignana con buccia di limoni di Sorrento




patate lesse con bottarga di Favignana e olio extra vergine d'oliva pugliese
Le foto scattate a Favignana sono del mio amico Cristiano Colombi

18 commenti:

Cianfresca ha detto...

sulle patate deve avere un gusto meraviglioso..

lenny ha detto...

Pur avendo vissuto in Sicilia per diversi anni, non ho mai avuto l'onore di gustare questa prelibatezza.
I piatti che presenti sono solari e ricercati per l'incontro di materie prime d'eccezione :-D

Mirtilla ha detto...

bellissimo post,curatissimo e ricco di informazioni utilissime ;)
bacioni

Sabrina ha detto...

Grazie Lydia, informazioni preziose...anche perchè ad agosto andrò in Sicilia..
e che voglia che mi hai fatto venire...
sulle patate poi...
Bacioni
Sabri

dada ha detto...

Grazie Lydia per queste informazioni (pur essendo mooolto lontana dalla cara Sicilia). Con i tuoi piatti essenziali hai saputo dare risalto a questo prodotto delizioso. E grazie pure per la foto piene di sole ( ne avevo proprio bisogno)Buona giornata!

Ciboulette ha detto...

Fantastica Lydia, io qui trovo solo la bottarga gia' grattugiata, e non l'ho mai comprata....

Il sito dell'azienda conserviera e' una fortissima tentazione, grazie per averlo segnalato.

Un bel post, bello come devono essere questi magnifici luoghi (e immagino anche magnifiche persone)
Un bacio!

Lydia ha detto...

@ Francesca, in effetti era la prima volta che usavo la bottarga sulle patate ed è stata una piacevole sorpresa

@ Lenny, grazie per i complimenti, sei sempre molto carina.
La Sicilia è talmente ricca di tradizioni culinarie che è impossibile conoscerle tutte

@ Mirtilla, mi fa piacere scoprire ed assaggiare cose nuove e condividerle con gli amici

@ Sabrina, che invidia!!!
Tra il mare, l'arte, la cultura e le grandi mangiate, ne farai di cose interessanti

@ Dada, felice di aver portatao un pò di sole nella tua giornata.
Un abbraccio

@ Cibou, sapessi quante cose avrei voluto comprare ma ho dovuto trattenermi!!!!
La settimana prossima scendo a Napoli e mi trattengo per un paio di settimane

Alex ha detto...

A me personalmente piace molto quella di muggine, molto delicata (che sia solo quella di Cabras così? a Cagliari ne trovo di buonissima)...quella tonno non mi ha mai convinto (me ne hanno regalato un pezzo, ma langue in frigo)....forse quella delle Egadi, in quanto di nicchia, è più particolare?)... passo da te e me la fai provare!!! sono curiosissima

Diletta ha detto...

Mio fratello va matto per la bottarga!Gli consigliero' di provarla sulle patate.
Grazie!

Un sorriso buon week end,
D.

Mariù ha detto...

Questa bottarga non la conoscevo, ho sempre mangiato solo quella di muggine... curiosità!
Buon weekend,
m.

Anonimo ha detto...

Favignana, la barca a vela, il mare come olio e i delfini.. LA BOTTARGA! Tu lo fai apposta!!

Fabrizio o'milanese

Lydia ha detto...

@ alex, quando vuoi!!!

@ Dile, buon w.e.a te

@ Ciao Mariù, buon w.e. anche a te

@ Fabrì, e certo che lo faccio apposta, solo per farti invidia.
Un abbraccio a tutta l'allegra brigata

Adriano ha detto...

Io invece non avevo pensato alla buccia di limone...ehm..come li hai fatti?

Gunther ha detto...

mi paice che hai messo insieme la bottarga di tonno e i limoni di sorrente due eccellemze uniche che si sposani bene con la pasta il miglior modo per sentire il sapore

robertopotito ha detto...

ciao a tutti!!!
in questo istante mi trovo in riva al mare e mi mancate tutti e tutte!!!
tornero' con ricette, alcune delle baleari, che spero, vi possano interessare.
bacioni alla mia adorata Lydiuccia e bastonate a JAJO...

robertopotito ha detto...

ciao a tutti!!!
in questo istante mi trovo in riva al mare e mi mancate tutti e tutte!!!
tornero' con ricette, alcune delle baleari, che spero, vi possano interessare.
bacioni alla mia adorata Lydiuccia e bastonate a JAJO...

Lydia ha detto...

@ Adriano, sono davvero una stupidaggine, ho scaldato del buon olio in un padellone, ci ho versato gli spaghetti al dente, e poi abbondante grattugiata di bottarga e di buccia di limone.
Facile, semplice e veloce

@ Gunther, quando si ha una buona materia prima è inutile stare a fare tante manipolazioni

@ Roberto, che te possino, qui si muore dal caldo.
Ci manchi tanto!!!!
P.S.
Ho letto che oggi Teocoli si è rotto un gomito ad Ibiza

Anna Righeblu ha detto...

Che meraviglia questo post e le foto! Qui il 2 Giugno c'erano i nubifragi...
Quanti post mi sono sfuggiti in questo periodo!
Buoni gli spaghetti alla bottarga!!!
Baci