polenta e fragole (english version included)

sabato 14 maggio 2011

Pubblicato da Lydia

No, non ho battuto la testa, non ho cominciato a dare i numeri e a mangiare polenta concia con dadolata di fragole. Posso anche tollerare certi abbinamenti un po' azzardati in nome di una maldestra creatività, ma questo sarebbe stato davvero troppo.
E non mi sono neanche miracolosamente ripresa dalla pigrite acuta, quella è sempre qui con me e non pare aver voglia di abbandonarmi.
Ora poi che so di non esser sola, che a farmi compagnia ci sono un re dei pigri , una pigra con inventiva ed una mia degna commare, mi sento anche meno in colpa e meno sola.
In questi giorni continuo a mangiare freselle con tonno, rigorosamente senza pomodori. A volte sono talmente pigra che è troppo gravoso persino spugnare le freselle nell'acqua (devo solo pregare che non mi salti qualche capsula o non mi si spezzi qualche dente, perchè portarmi fino al dentista potrebbe stravolgermi), figurarsi lavare e tagliare qualche pomodoro.

Questi "elaboratissimi" amorpolenta con fragole (da cui il titolo del post), accompagnati dalla crema alle fragole di Artemisia, sono stati realizzati prima che mi ammalassi di pigrite, questo è l'unico motivo per cui possono essere oggi qui con voi.


N.B. PER UN DISSERVIZIO DI BLOGGER SONO ANDATI PERSI TUTTI I COMMENTI


AMORPOLENTA ALLE FRAGOLE
per 6 pirottini da muffins medi (raddoppiate le dosi per farlo nel classico stampo scanalato da amorpolenta che ahimè io non possiedo)

50 g di burro a temperatura ambiente
50 g di farina di mais fioretto
40 g di mandorle
40 g di farina 00
1 uovo grande
60 g di zucchero
1 cucchiaino di lievito chimico in polvere
5 o 6 fragole
1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Montare burro, uovo e zucchero, aggiungere, amalgamando accuratamente, le farine e le mandorle tritate finissime, poi l'estratto di vaniglia, il lievito e in ultimo le fragole a pezzetti.
Versare negli stampini e cuocere a 180° per 20-25 minuti circa



CREMA ALLE FRAGOLE DI ARTEMISIA

Battere con la frusta dentro una casseruola a fondo spesso un uovo e sei cucchiai di zucchero.
Frullare finemente 350g di fragole con il succo e la buccia di un limone.
Aggiungere le fragole frullate al composto uovo-zucchero.
Aggiungere sei cucchiaini da tè di maizena, rasi (per essere sicuri di evitare i grumi, mettete la maizena in una ciotolina e aggiungete pochissimo composto liquido mescolando. Continuate aggiungendone sempre pochissimo fino a che non si sciolgono i grumi e non avete una crema liscia. A questo punto, buttate tutto in tranquillità dentro il restante composto).
Aggiungete 300g di acqua (se volete una crema più soda, ad esempio per fare il trifle, niente acqua).

Fate cuocere a fuoco basso mescolando per 10'-15', fino a che la crema non addensa. Ricordate che la maizena raffreddando continua ad addensare.
A fine cottura aggiungete un sorso di Grand Marnier.


ENGLISH VERSION


No, I didn’t bump my head, nor did I start speaking nonsense. I can even stand some weird matches in the name of a sort of an awkward creativity, but this would be too much.
I did not even recover from a deep laziness which is always with me, inside me.
Now I know I am not alone, rather enjoying the good company of one of the ‘king of laziness’ and another worthy godmother; therefore I don’t feel guilty at all.
During these days, I keep on eating ‘freselle ‘ ( a sort of dry bagels) with tuna but with no tomatoes.
Sometimes I feel so lazy I do not even feel like soaking them with water ( I only have to hope that no filling may break out in my mouth: I could not stand the fatigue of going to the dentist’s). So no point cutting and washing some tomatoes!

These florid strawberry ‘amorpolenta’ (corn flour pastries) with Artemisia’s strawberry cream were made just before I suffered from laziness, that’s the only reason why I can be with you today.

STRAWBERRY AMORPOLENTA (yellow corn flour pastries)

SERVES 6 AVERAGE PAPER CUPS ( double the quantities in case you wanted to make it in the classical mould which unfortunately I do not own).

50 gr butter unsalted at room temperature
50 gr yellow corn flour (very thin)
40 gr finely ground almonds
40 gr common flour
1 egg (big)
60 gr sugar
1 teaspoon baking powder
5 or 6 strawberries
1 teaspoon vanilla extract

Whip the butter, the egg and sugar and add the two types of flour and the finely ground almonds mixing properly, then the vanilla extract, the baking powder and finally the strawberries cut into pieces.
Pour into the paper cups and bake at 180° for about 20-25 minutes.


ARTEMISIA’S STRAWBERRY CREAM

Whip an egg together with 6 spoons of sugar in a heavy based pan.
Finely blend 350 gr strawberries with the juice and the zest of a lemon.
Add the strawberries to the egg-sugar blend.
Add six teaspoons of starch ( if you want to avoid lumps, put the starch in a small bowl and add very little liquid blend by mixing.
Keep on by adding very little liquid until no more lumps come up and you get a smooth cream in the end.
At this stage pour all the remaining syrup.
Add 300 gr water( if you want a thicker cream, trifle e.g., use no water).
Let it gently cook mixing for 10/15 minutes until the cream does thicken.
Bear in mind that starch keeps on thickening when cooling down.
Add a sip of Grand Marnier when ready

25 commenti:

Gambetto ha detto...

Freselle senza pomodori...mhmm...non me la conti giusta...da queste parti avevamo capito che avevi 'polpettato' tutta la famiglia 'spilucchino'... :P ahahahahahha
Vabbè, faccio finta di crederci e prendo questa ricetta a volo che non sai quanto mi ispira! Come è la consistenza rispetto ad un muffin?
Molto bella anche la crema...insomma proprio un uno-due che da una pigra come te non ti aspetteresti...sempre ammesso che tu lo sia! :P ehehehehehehe
brava come sempre ed attenta che è atterrato a Linate un aereo da Quantico....ahahahhahahaha

Gaia ha detto...

contro la pigrite non c'e' arma che tenga...
dicci, in che fase sei adesso?
stai superando questa antica malattia (che i tempi moderni non ci consentono più) o possiamo solo sperare che tua abbia cucinato/scattato all'impazzata nell'immediato passato??!?!

baci

Milen@ ha detto...

Lo sai vero che devi procurarti lo stampo da amor polenta al più presto?
Non avrai messo in stand by anche la tua collezione?
A parte tutto l'idea mi paice un sacco: amo la farina di mais e non mancherò di provarla con le fragole :D

Lydia ha detto...

@ Gambetto, e mica potevo abbandonare al suo destino la mia cara amica??

@ Gaia, ne sto venendo fuori, lentamente ma so che ce la farò

@ Milena, lo so, ne sono cosciente.
Non posso farne proprio a meno

caris ha detto...

urca lydia che delizia: e a farina di mais e fragole non avevo pensato!!!! E sì che amo l'amor polenta....però così non mi concedi il lusso di essere pigra perchè mi fai venire voglia di provarli...uffff

CorradoT ha detto...

Grande idea. Ma sono teneri o no quei polento-muffin?
CIAO

Lydia ha detto...

@ Caris, io la farina di mais la metterei ovunque, la adoro

@ Corrado, sono morbidosi, un po' più morbidi dei muffins.
Così rispondo anche a Gambetto, mi ero distratta e non avevo risposto alla sua domanda

cristina b. ha detto...

effettivamente leggendo il titolo del post mi ero davvero incuriosita... io adoro i muffin in ogni loro forma, quindi secondo me si può anche fare a meno dello stampo d'amorpolenta!
buona giornata

sulemaniche ha detto...

un capolavoro, davvero stupefacente!

artemisia comina ha detto...

ALMERINDA?????? ma blogger è diventato pazzo?

artemisia comina ha detto...

emmò debbo fare questi amori :)))

Reb ha detto...

Almerinda mi fa morire. Voi, insieme, mi fate morire, che è sicuramente molto meglio :)

elenuccia ha detto...

Ecco vedi io non ho mai fatto l'amor polenta perchè non avevo lo stampo...ora non ho più scuse alla pigrite ^__^

robertopotito ha detto...

dove ti sei procurata quei fantastici pirottini?
I am the King of laziness!!!

Lydia ha detto...

@ Cristina, certo con lo stampo è un'altra cosa, ma in mancanza ci si può arrangiare benissimo

@ sulemaniche, è molto semplice, poco sforzo, molto buoni

@ Artemisia, ma blogger ti ha ribattezzato??

@ Reb, proprio l'altro giorno ti parlavo dell'Almerinda lassù: una vera signora, una delle poche rimaste

@ E, anch'io non lo avevo fatto prima per questo motivo...

@ Puppolo, they are from Paris

arabafelice ha detto...

Muffins polentosi e fragolosi...mi piace, eccome se mi piace ;-)

JAJO ha detto...

Hahahahahaha mi sembra che io e te ci si possa immedesimare nei "palermitani stanchi" di Ficarra e Picone :-D
Eppure, malgrado tutto, continui a sfornare delizie (quella crema di Artemisia è un delirio che potrebbe anche farmi passare la pigrizia..... potrebbe......) :-D

Alice ha detto...

oddio quando ho visto il titolo mi immaginavo la polenta con fragole galleggianti nel sugo delle salsicce :S
decisamente meglio questi ;)

JAJO ha detto...

Che è 'sta cosa de PUPPOLO tra gli autori del blog ?!?!?! :-O

Ilaria Pedra ha detto...

ciao! anche il nome del mio blog è a colazione, ovvero frolliniacolazione. Buffissimo direi. Per non dire che io e la Grecia abbiamo moltissimo in comune, quante ricette, ti metto un link in un mio post di prossima pubblicazione. Ora sono un po' indietro causa il blocco di blogger che mi ha incasinata un po'. baci

Gio ha detto...

dopo le bizze di Blogger vedo che i commenti sono andati persi!grrr
Un abbraccio e buona domenica!

silvia ha detto...

non ho mai pensato di fare le friselle in casa. ma la pasta madre sta rinvenendo (spero) e questa sarà la prima ricetta che proverò. la pigrite è contagiosa ma non dolosa! baciabbracci

artemisia comina ha detto...

'sto scimunito di blogger si è fumato il mio commosso commento. lascio solo le lacrime, senza più parole :)))

inthekitchenforfun ha detto...

wow che blog! sei bravissimo! complimenti anche per le ricette così...diverse dalle solite!!! Io sono una blogger nuova di zecca e ho deciso di seguirti e di venire spesso a curiosare tra le tue ricette!!!! Io ti seguo! Tu mi segui? ciao!

voyance gratuite par mail rapide ha detto...

Questa è una buona idea articolo anzi futuro si legge un po 'di tempo e, a volte il suo opposto sul tema!