di matrimoni felici

giovedì 30 dicembre 2010

Pubblicato da Lydia


La minestra maritata (maritata nel senso che carne e verdure si sposano felicemente in questa zuppa) è un piatto tradizionale della cucina campana.
Come per tutti i piatti della tradizione potremmo aprire un dibattito e constatare che ognuno la fa in modo diverso, usa verdure e carni differenti e si considera depositario dell'unica e sola ricetta originale.
Per la minestra maritata la situazione è ancora più complessa, perchè il dibattito potrebbe allargarsi e potremmo discutere per ore su quando si prepara.
Nella mia famiglia è una tradizione tutta natalizia, ma non manca chi la prepara per Pasqua, chi la porta in tavola sia a Pasqua che a Natale e chi addirittura la prepara il 16 agosto.
Pare che a Monte di Procida si mangi tradizionalmente il giorno successivo a quello della Madonna Assunta (15 agosto), santa patrona del luogo.
In realtà la minestra maritata era il piatto ricco, quello che doveva saziare, quando ancora non eravamo un popolo di mangiapasta, quando ancora eravamo dei semplici mangiafoglie.
Questa è la ricetta preparata quest'anno da mia madre.
La nostra è una versione abbastanza light, gli ingredienti caratterizzanti sono quella sorta di bietina chiamata "menestella" che vedete far bella mostra di sè in foto, e le salsicce di interiora (siete pregati di non strocere il naso, grazie), ma c'è chi utilizza altre verdure ed aggiunge cotiche, lardo, osso di prosciutto, cappone o gallina.

Colgo l'occasione per augurare a tutti voi un felice 2011.
Sarò in Marocco fino al 9 gennaio, la settimana prossima sarete completamente nelle mani di Roberto.



MINESTRA MARITATA

Preparare un brodo di carne con:
2 salsicce di interiora (altrimenti dette pezzentelle)
3 tracchiolelle (puntine per i non napoletani)
500 g. di manzo
odori (1 carota, 1 gambo di sedano, mezza cipolla)

Mettete in una pentola gli odori e la carne e fatele cuocere per circa un paio d'ore.
Ricordatevi di schiumare il brodo al primo bollore.
Tirate sù la carne, tagliatela a pezzetti o sfilacciatela quando lo consente, tenetela da parte ed eliminate gli odori.
Aspettate che il brodo si raffreddi e sgrassatelo.

Per le verdure
circa 3 kg di verdure miste composte da: menestella (bietina) scarulelle e cicoria

Lessare molto al dente e in pochissima acqua le verdure mondate e lavate.
Scolatele e fatele sgocciolare bene.
Tagliatele (ma non sminuzzatele) e finite di cuocerle nel brodo insieme a del caciocavallo secco grattugiato, per una mezz'ora circa (o comunque il temponecessario per insaporirsi), unite la carne a pezzi e controllate di sale

29 commenti:

enza ha detto...

finalmente dopo giorni e giorni mi sveglio alle sett'albe e mi posso godere in pace l'arretrato.
scopro che hai un amore platonico, una nonna con delle mani da oscar accompagnate da mani più piccole e paffutelle, che sposi le menest e che la ricetta cambia di balcone in balcone come solo in italia succede.
mi ricordi anche i tempi di CI e mi stupisco a leggere come siano passati ben 10 anni e penso anche a chi non c'è più perchè si sa i fine anno sono malinconici il giusto.
insomma un bel leggere.
auguri cara e divertiti, veleggerai?

Gambetto ha detto...

Con il consueto stile che ti caratterizza hai presentato la tua minestra maritata, versione classica aggiungerei.
Anche da me (ovviamente) si fa usando in aggiunta pezzi di gambetto di prosciutto ma la sostanza non cambia e la tua è la declinazione forse più lineare, quella che probabilmente prenderei come canone se dovessi "raccontarla" a qualcuno che partenopeo non è. Poichè oggi la hai 'disegnata' molto meglio di quello che potrei fare io, casomai fosse argomento di discussione rigiro gli interessati direttamente a questa pagina :P
Signorina adesso sarebbero di prassi gli auguri per il nuovo anno ma siccome molto trasparentemente non amo questa festività ti dispiace se ci lasciamo solo con un affettuosissimo abbraccio?! :P
Divertiti ed in attesa di vederci prima o poi...non tremi a sapere quello che potremmo combinare io e Robero in tua assenza qui?! :P ahhahahahahhaah
Alla prox :))))

annaferna ha detto...

buon anno a te!!
sulla stessa lunghezza d'onda la "nostra" minestra di santo Stefano..chiamata "minestra verde". Noi facciamo un brodo di carne che magari qualcuno arricchisce al massimo con zampa di maiale (?!) in cui si fanno poi finire di cuocere da 6 a 8 varietà di verdura...vabbè magari poi finisco di raccontarti in un altro frangente.....bacissimi

Lydia ha detto...

@ Enza buongiorno!!!
Hai visto quanti ricordi in questi giorni? E' proprio fine anno...
Ne approfitto per fare tanti auguri a te e alle pupe.
Niente vela per me, stavolta un viaggio normale.
Un bacione

@ Gambetto, una curiosità: anche voi usate la salsiccia di interiora?
Nessun augurio,solo un abbraccio, con il terrore al pensiero di cosa possiate combinare tu e Roberto...

@ Anna, accidenti è molto interessante questa cosa della minestra verde di Santo Stefano.
L'Italia è tanto grande, tante tradizioni diverse e poi scopri tanti punti in comune

Gambetto ha detto...

la salsiccia di interiora...mio padre ed io vorremmo...mia madre e mia sorella si oppongono invece...indovina chi vince?! :P eheheheh

robertopotito ha detto...

questo post è adorabile, meraviglioso e stupendo.Vorrei sempre e solo leggere post di questo tipo...

@Gambetto:Gambetto?? prrrrrrrrrrrrr

luby ha detto...

goditi la vacanza!
beata te!!!
noi usiamo le salsicce di fegato,intendi quelle o è proprio un altra cosa?!?!?

robertopotito ha detto...

domanda: l'acqua per cuocere la carne e gli odori più o meno quanta?

per salsiccia di interiora, intendi le salsiccie di fegato o altro?

le scarulelle sarebbero piccole scarole?

cicoria intendiamo la cicoria quella un pò amarognola?

Lydia ha detto...

Luby e Roberto, penso ci sia anche polmone ad altro nelle salsicce, non solo fegato. Dal macellaio chiediamo proprio la salsiccia per la minestra maritata.
Si, scarulelle sono delle scarolle più tenere e piccole, sì, la cicoria è quella amaragnola, ma in proporzione noi ne mettiamo molto poca.
Roby, con l'acqua ad occhio

giulia pignatelli ha detto...

Lydia, sono passata per farti gli auguri di buon anno, non ho neanche letto il post :(((( Mi perdoni???:)

Corro a farlo e intanto ti auguro un felice periodo in Marocco. Tanti baci

MarinaV ha detto...

Che bella minestra pure questa!
Maaaa.... a parte grazie se rispondi a Roberto qui sopra, che ti fa le stesse domande mie, davvero bisogna prima sbollentare le verdure e poi cuocerle mezz'ora nel brodo? Non so le verdure napoletane, ma queste olandesi dopo 3 minuti in acqua bollente si sciolgono e scompaiono...
Un bacio, tanti auguri per l'anno nuovo e divertiti in Marocco, assaggia di tutto e facci sapere.

Lydia ha detto...

@ Giulia, tanti auguri a te.
Sei perdonata ;-))

@ Marina, noi le sbollentiamo appena appena in acqua perchè in genere le prepariamo in anticipo.
No, qui non scompare nulla, devi fare insaporire il tutto, forse le lasciamo andare un po' meno di mezz'ora, insomma regolati, devono avere il tempo per maritarsi ;-))

MariLuna ha detto...

Goditi allora queste vacanze marocchine (senza il mio libro) e ti auguro un super super 2011 :)

Giuseppe di Martino ha detto...

Cara Lydia,
la tua e' la versione light, ma rigorosa, e direi del nuovo millennio di questo monumentale piatto, mia madre ed io la facciamo molto simile alla tua, mia nonna che aveva vissuto tra le due guerre, ci metteva salsiccia, prosciutto, piedini di maiale, un cappone intero, mezza gallina, un pezzo di pancetta steccata, un salame, e la coperta di costata di vitellone, cicoria, cicorione, un tocco di broccolo nero e credo basti, pentolone mega, mio padre ed altri in famiglia aggiungevano nel piatto, un cucchiaio di ragù con la ricotta che poi avrebbe condito i fusilli.
Io ti auguro davvero un grande 2011, e spero di rivederti presto,
baci buona vacanza!.
.

Lydia ha detto...

@ Mariluna, il tuo libro sarà il primo regalo del 2011, spero!!!
Un abbraccio forte

@ Giuseppe, la minestra maritata del nuovo millennio non ha nulla a cghe vedere con quel capolavoro di tua nonna, ma il tocco di genio del ragù con la ricotta mi ha lasciato senza parole.
Un abbraccio e a presto

Anna ha detto...

Lydiuz un grande abbraccio e un buonissimo 2011...Buon viaggio
Anna

Reb ha detto...

Devo confessare che il motivo per cui mi piace moltissimo passare di qui è che, oltre la bellezza dei post, i commenti sono un'aggiunta preziosa che esula dai soliti 'ma che bello, che brava, che buono'.
Enza for presiddent, per l'esattezza.
La minestra maritata non l'ho mai provata (ogni volta che lo scrivo, so già che prima o poi qualcuno mi risponderà 'ecchissene' :D), quindi mi auo invito per venirla a mangiare lì!!
Divertiti Lydietta, un abbraccio enorme di buon anno nuovo, e torna presto.

Gialla ha detto...

Sicuramente un meraviglioso matrimonio ;p
Golosissimi auguri di buon anno
Gialla

robertopotito ha detto...

interessantissima anche la versione di Giuseppe!!!

BARBARA ha detto...

Ricettina davvero interessante. Buona fine d'anno cara e soprattutto buon inizio 2011!

Alessandra ha detto...

Auguri di un lieto e sereno anno nuovo. Da me Ale.

Lydia ha detto...

@ Anna, un bacio grandissimo a te, ci si vede ad I.G.!!!

@ Reb, hai proprio ragione, i commenti a questo blog sono un importantissimo valore aggiunto, spesso fonte di confronto e di scoperte interessanti.
Un abbraccio e felice anno nuovo

@ Gialla, tanti auguri a te!!!

@ Roby, quel cucchiaio di ragù e ricotta mi fa impazzire

@ Barbara e Alessandra, augurissimi anche a voi

Patrizia ha detto...

L'augurio di un Anno Nuovo bellissimo, che ti porti le cose che desideri di più!
Un abbraccio

Gunther ha detto...

matrimonio più che felice di quelli che non finisocno mai :-)), sia a te e che a roberto i miei migliori auguri di Buon Anno 2011

Edda ha detto...

Quanto darei per un bouquet così che poi si trasforma in un'e egante zuppa (forse sono rimasta una mangiafoglie? ;-)
Un abbraccio immenso e grazie come sempre per questo spazio, un mondo a sè . Auguri affettuosi per un luminoso nuovo anno e...a presto!

Anna Righeblu ha detto...

Buone vacanze e buon 2011! Un abbraccio

Gio ha detto...

vi auguro di cuore un felicissimo 2011!!!
ps ottima la minestra maritata!

SaraG83 ha detto...

Questo piatto è una bella sfida per me che di minestre ne preparo poche, ma siccome volevo giust'appunto inaugurare il mio periodo "minestra", chissà che non tenti di replicarlo. Grazie per la ricetta :D

virgikelian ha detto...

Lydia carissima, sono in tempo a farti gli AUGURI per un felice e sereno 2011 ?? Un abbraccio.
Virginia