una ventata d'aria nuova

venerdì 26 novembre 2010

Pubblicato da Lydia


La ricetta di un brasato e la mia negazione per la fotografia vogliono essere il pretesto per parlarvi di due libri. Due libri che ho avuto l'onore e il piacere di sfogliare in anteprima, anche rispetto a due dei coautori (spero vivamente che Marie e il fotografo non me ne vogliano...).
Avrete sicuramente sentito che in questi giorni sono usciti i 2 libri dei Calicanti editi da Guido Tommasi: "La cucina siciliana" e "La cucina toscana". Se per puro caso non ne aveste ancora sentito parlare, male, molto male, correte a documentarvi!!
I Calicanti, 3 amici con la passione per la cucina e la fotografia, che erano già stati una ventata di novità e di freschezza nel mondo dei blog, sono finalmente, a mio modesto avviso, una ventata di nuovo e di diverso anche nel mondo dei libri di cucina.
Non aspettatevi, così come siamo abituati, a ricettine anche carine accompagnate da belle foto di asettici piatti senz'anima, messi in posa con sfondi, forchettine e piattini, secondo clichè visti e rivisti. Nulla di tutto ciò.
Le foto e le ricette dei Calicanti vi parlano, sono sostanziose, vere, vive, vissute, immagini divertenti, anche dissacranti, racconti fotografici, scatti per strada, mani, volti, gente.
Quando sento parlare della crisi dell'editoria penso che forse alcuni editori non guardino dalla parte giusta e forse non abbiano il coraggio di rompere certi schemi triti e ritriti.
Bravo Guido Tommasi che ha fatto finalmente qualcosa di diverso e bravissimi i Calicanti che hanno superato se stessi.
Mi chiederete a questo punto cosa c'entra il brasato di guancia.
C'entra, c'entra.
Quando ho visto le immagini dei libri di cui sopra, una in particolare che ritraeva un peposo, mi sono ricordata di una foto che avevo svogliatamente fatto ad un ottimo brasato nato da consultazioni frenetiche con Virginia, ed ho subito pensato che loro questo brasato lo avrebbero reso vivo, gli avrebbero parlato e gli avrebbero restituito la giusta dignità.

Messaggio per i Calicanti tutti:
Ora sia chiaro che i vostri libri con tanto di dedica e autografo dovranno entrare a far parte della mia preziosissima collezione di libri autografati, accanto a quelli di Umberto Eco, Andrea Camilleri, Stefano Benni, Erri de Luca..., quindi pensate ad una bella dedica.

Messaggio per chi fosse a Rovereto domani sabato 27 novembre 2010:
alle 18,00 alla libreria Blu libri via portici 5 ci sarà la prima presentazione dei libri calicanti, poi assaggi a tema al Loco's bar via Valbusa Grande 7

BRASATO DI GANASSINO CON POLENTA DI STORO

per 6 persone

Per il brasato
1.200 g. di guancia di manzo
2 carote
2 gambi di sedano
1 cipolla
500 ml di vino rosso corposo
sale
olio

Sfatiamo un mito, non occorre marinare la carne con vino e odori, se proprio volete munitevi di siringa e iniettate un po' di vino nel pezzo di carne, sennò fate così.
In un largo tegame fate scaldare un filo d'olio (ne basta poco, ci penserà la carne e tirar fuori abbastanza grasso), fate rosolare a fuoco vivo la carne e mettete gli odori tagliati a pezzi grossolani.
A questo punto aggiungete il vino e tanta acqua fino a ricoprire la carne.
Portate ad ebollizione e fate cuocere a fuoco lento con coperchio per 3/4 ore circa.
Quando la carne sarà bella morbida toglietela dal tegame con gli odori e tenetela da parte.
Continuate a far restringere il sugo se necessario e poi tritate le verdure, a me piace che si senta qualche pezzo, quindi le trito grossolanamente.
Quando la carne si è raffreddata tagliatela a fette spesse circa 1/2 dito, scaldatele nel sugo e servitele con la polenta.

Per la polenta
700 g. di polenta di storo
3 lt di acqua
sale

Portate ad ebollizione l'acqua, salatela e fate cadere la polernta a pioggia mescolando accuratamente.
Portate a cottura (tra i 30 e i 40 minuti) ricordandovi di mescolare ogni tanto


Ohps, dimenticavo la foto incriminata...


32 commenti:

enza ha detto...

un post prefazione!
io, che del libro ne ho fatto parte, non avrei comunque saputo esprimere meglio chi e cosa sono i calicanti.
e per la guancia proprio oggi si passa in macelleria aziendale.
storo è un pò lontano ma per fortuna castroni et similia son sotto casa.

Ciboulette ha detto...

ma tu sei troppo avanti! Non avessi abbastanza voglia di avere questi libri tra le mani, Lydiuzz, me l'hai fatta aumentare ancora di più con la tua recensione.

Un bacio :)

annaferna ha detto...

Lydia....bbbellissimo questo post!!!...davvero da rincorrere i libri citati,le foto spontanee e senza pose e le buone dritte di cucina regionale sono le mie preferite ...e poi vuoi sapere?...proprio ieri ho chiamato il mio fornitore di carne "vera" e gli ho ordinato ,tra gli altri, proprio il pezzo della foto "incriminata"...quindi benvenuto post!!!!!

Staximo ha detto...

Le foto dei Calicanti mi piacciono sempre tantissimo, ma in questa occasione mi colpisce molto di più il tuo brasato: qua è arrivato il freddo e c'è bisogni di cibi caldi!
Ciao,
Simona

Lydia ha detto...

@ Enza, spero che questo post sia per i calicanti come un cornetto portafortuna

@ Cibou, recensione mi sembra una parola grossa

@ anna, se li prendi, poi dimmi se non ho ragione

@ Simona, qui a Milano sta nevicando!!!

Milen@ ha detto...

Attendevo i libri dei calicanti: la mia è una "conoscenza da monitor" e condivido in toto quello che hai scritto di loro :D

P.S.: Le mani che sorreggono con gaudio i due libri sono di Virginia?

Lydia ha detto...

No Milena, sono di Maite in pissona pissonalmente

maite_i calycanti ha detto...

Lydia grazie. Per quel che hai scritto, per averlo scritto e soprattutto per la sensibilità con cui l'hai fatto.
Un abbraccio grande
Maite
PS nevica pure qui
PPS speriamo davvero funzioni da cornetto, io lo metto in tasca
PPPS speriamo non lo veda Marie prima di domani, ma conto sul fatto che sia presa dal fare qui 3-4 kg di cantucci salati...

Elga ha detto...

Per me che quella foto l ho vista scattare è ancora più emozionante! Un traguardo iportante per i tre folletti del web, perchè racchiudono magia e stupore nei loro saltelli!

Diletta ha detto...

Evviva i libri dei Calychanti!

Anche io ho avuto l'onore di sfogliarli e confermo, sono davvero lisci, liscissimi....sanno di buono e di bello...di amore e passione per ciò che si fa, di ricerca e cura dei dettagli, di tradizione, di famiglia, di radici e di amicizia....insomma dei libri che vale la pena possedere....e io non vedo l'ora che i miei arrivino!!!

Un sorriso impaginato,
D.

PS. Io ho anche avuto la fortuna di ascoltare alcuni racconti legati alle ricette e alla nascita delle foto....sarei stata ad ascoltare Maite per ore ed ore.

la belle auberge ha detto...

grazie della segnalazione, Lydia. Ho visto le foto di copertina e sono davvero bellissime (quella ceramica di Caltagirone e' da premio) e immagino che anche i contenuti saranno all'altezza.Non vedo l'ora di sfogliare i volumi. In quanto al brasato, mi spieghi perche' non sarebbe necessaria la marinatura nel vino? Anni fa, leggendo un articoletto di A.Bay su una rivista, provai a siringare una coscia d'anatra con del Grand Marnier, ma la cosa non mi piacque affatto.De gustibus...

Gloria ha detto...

Concordo con te sul mondo dell'editoria, a volte sembra che nessuno voglia provare ad uscire dal "solito" terreno... Conosco solo "virtualmente" i Calicanti e sono curiosa di sfogliare questi libri....che arriveranno presto a casa mia, portando un pò di aria fresca anche alla mia libreria! Il brasato con la polenta saranno nella mia pancia domani ;-)

Babs ha detto...

dovrebbero arrivarmi a momenti, li aspetto davvero con curiosità s, sono così contenta per il magico trio.... perchè sono davvero unici e irripetibili.

ciao lydia
ps: com'è andata la full immersion cioccolatosa?

BreadandBreakfast ha detto...

felicissima per il trio, grazie per la segnalazione e fortunata tu che sei a Rovereto :)

Lydia ha detto...

@ Maite, in bocca al lupo e tocca il cornetto ogni volta che metti la mano in tasca

@ Elga, cavolo, fortunata ad averli visti all'opera

@ Dile, hai ragione, mi sono dimenticata di dire che sono liscissimi!!!

@ Eugenia, mi avevano spiegato ad un corso che la marinatura non cambia assolutamente nulla nel gusto, ma sai che non è un piatto della mia tradizione, quindi non posso esprimere grandi pareri

@ Gloria, sono feliche che la pensi come me. Poi mi dirai cosa pensi dei libri

@ Babs, la full immersion è andata bene, per alcuni aspetti interessante, e poi ci siamo divertite

@ Bedandbreakfast, purtroppo sono a Milano e non a Rovereto...

nina ha detto...

concordo su tutta la linea Lydia cara, e t'invidio con quei gioielli sotto braccio ;)
un bacio
nina

Mafaldina ha detto...

Lydia mi hai proprio incuriosita, cercherò i libri dei Calicanti, mi attirano molto.

Complimenti per il brasato, doveva essere davvero gustoso!

Genny @ alcibocommestibile ha detto...

sfogliati e ordinati:) sisamai che si impari a fotografare la carne anche da queste parti!:D

Lydia ha detto...

@ Nina, ma come, non lo riconosci? Quello è il braccio di maite

@ Mafaldina, cercali e poi mi dirai

@ Genny, sono rimasta l'unica a non averli ancoraordinati allora??!!

giulia pignatelli ha detto...

Mi fido molto del tuo giudizio Lydia, quindi farò di tutto per avere questi libri e soprattutto mi fido di quello che cucini! Se i risultati sono come questo piatto, non bisogna aspettare!
Grazie per la segnalazione

Edda ha detto...

D'accordo con Enza avresti dovuto scrivere la prefazione. Hai colto nel segno sull'editoria e naturalmente sui Calicanti (unici e inimitabili), tanto lo so' che sei sempre avanti su tutto.
Spero averli anch'io fra poco tra le mani. Intanto mi mangio il brasato ;-)
Un bacio grande grande

Reb ha detto...

I libri sono stati ordinati (e ho promesso che gli scatoloni, piuttosto, li avrei disimballati personalmente) e sentirne parlare così mi riempie di felicità.
E pensare che- fra tutta l'aria fritta che c'è, ed è tanta- spazi virtuali sono riusciti ad unire persone reali, tanto da mettere tutto nero su bianco, e blu, e verde and so on, mi apre il cuore.
Rifare una di quelle ricette sarà un po' come mangiare coi Calynthi!

Saretta ha detto...

Ho letto sul loro sito di quei due libri e..mi hanno già fatto innamorare le copertine!!!
Oh tu pinatala di dire che non sai fotografare che non è vero!
La polenta di storo è una tra le mie preferite(parola di brasciana DOC polentona)Se la litiga con uan farina delle mie parti ma, è ardua!
Mi spiace x oggi ma, recupereremo!
Che fortuna avere i libri autografati da cotanti scrittori!
Besos

Elga ha detto...

Lydia ma no!!!
Intendevo la prima foto del tuo post:D Ti ho visto mentre Maite li aveva nelle mani e tu l'hai immortalata :D
Magari, essere stata la!!

Lydia ha detto...

@ Giulia, la tua fiducia mi commuovem davvero.
Un abbraccio forte

@ Edda, lo farò presto anche con i tuoi ;-))

@ Reb, sono d'accordo con te, in giro vedo tantissima aria fritta, finalmente viene premiato il lavoro vero, la sostanza

@ Saretta, Virginia mi hafatto scoprirelapolenta di Storo, mi è piaciuta molto.
Recupereremo, molto presto

@ Elga, pensavo fossi stata presente quando Enza ha fatto il cous cous e quindi avesi assistito agli scatti....
Un bacione

Virò ha detto...

Cioè...tu hai un libro di De Luca autografato e lo dici così? Che emozione!

P.s.Ho seguito il link del tuo post e mi si è aperto un mondo: ma dove ho vissuto fino adesso?!

Francesca ha detto...

ah, no scusa, non avevo a fuoco il raccordo col gomito...sì sì è decisamente maite ^____^!

Lydia ha detto...

@ Virò, ebbene sì!!!
Felice di averti introdotto al magico mondo dei calicanthy...

@ Franci, è proprio il suo inconfondibile raccordo, impossibile sbagliare... ;-))

Gio ha detto...

bella recensione! mi hai più che convinto :)
per il mercatino di natale, mi piace molto l'idea, vedrò se ce la farò ad essere a roma il prox we, già lo scorso mi è andata male, ma stavolta ho un motivo in più :D

Alex ha detto...

Lydia....sei riuscita ad esprimere quello che noi (in anteprima) abbiamo provato sfogliando e toccando i libri. Fortuna immensa aver avuto Maite vicino ad avvolgerci con racconti, anedotti, ansie e gioie che hanno alimentato la nascita di due splendide opere.

Elisa ha detto...

Ciao! Sono Elisa di Sweet Temptation. Ti scrivo perchè sul mio blog, in occasione di questo Natale, sto organizzando l' iniziativa "Per questo Natale regalami un pensiero, non chiedo altro."
Per partecipare vieni a postare il tuo "regalo morale" sul blog, lasciando anche il link al tuo blog nel post!
Può trattarsi di qualsiasi genere di "Pensiero" rivolto a chi amate.
http://elisa-sweettemptations.blogspot.com/2010/11/per-questo-natale-regalami-un-pensiero.html
Spero che l’iniziativa sia di vostro gradimento.
L'iniziativa andrà avanti fino al 6 Gennaio 2011.
Prepariamoci ad un Natale diverso. ♥

virgikelian ha detto...

Lydia grazie per questa segnalazione....Anche se ho la casa che straripa di libri, questi due non possono mancare.
Un bacio e buona domenica.