Nel 1970...(pizzette con lievitazione fisica)

lunedì 9 novembre 2009

Pubblicato da robertopotito



Era proprio il 1970, l'anno in cui festeggiavo cinque anni.Ero un bambino vivace e curiosissimo, non mangiavo quasi nulla ed ero di una magrezza che sfiorava l'anoressia (sic).
Una delle poche cose che adoravo erano le pizzette quelle semplici, piccoline e saporite con i pezzettini di mozzarella e tanto origano.
La mia mamma, disperata per la mia quasi assoluta inappetenza, le preparava spesso, somministrandomele in vari momenti della giornata.
Un giorno, proprio in occasione del mio compleanno, prepara il solito impasto, ma si accorge troppo tardi che non aveva il lievito di birra e così senza perdersi di animo le ha preparate ugualmente, adottando dei piccoli accorgimenti, utilizzando quindi a sua insaputa la cosìddetta "lievitazione fisica"....
Da quel giorno, rigorosamente e sempre senza lievito!!


PIZZETTE CON LIEVITAZIONE FISICA

INGREDIENTI

400 GR DI FARINA 0
100 GR DI BURRO AMMORBIDITO
2 CUCCHIAI DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
1 CUCCHIAINO RASO DI SALE FINO
1 UOVO INTERO
LATTE INTERO Q.B.


ESECUZIONE

In una terrina, mettere la farina a fontana e versarvi l'olio ed il burro a pezzettini, iniziare ad impastare aggiungendo quasi al termine della lavorazione l'uovo intero che dovrà essere ben assorbito dall'impasto e all'ultimo il sale. Lavorare intensivamente per almeno quindici minuti aggiungendo un po' di latte per mantenere l'impasto morbido.
Fate riposare coprendo l'impasto con uno strofinaccio leggermente umido per un paio di ore circa.
Riprendere l'impasto e stenderlo a rettangolo dello spessore di circa un paio di centimetri, ungendolo leggermente con pochissimo burro fuso. Ripiegarlo in tre come se fosse pasta sfoglia e fatelo riposare per circa un quarto d'ora in frigorifero.
Ripetere l'operazione altre tre volte. Stendere l'impasto sottilmente dello spessore massimo di circa 1 cm, formare le pizzette e condirle come meglio desiderate.
Cuocere a 180° per quindici minuti circa.

31 commenti:

Diletta ha detto...

Roberto, questa non la sapevo!!!
Cerchero' di provarle appena posso...
Un sorriso e buon lunedi'!
D.

Gambetto ha detto...

Ciao Roberto, quando si dice di dover fare di necessità virtù :-)
Ottimo e ti dico che questa non la sapevo. Mi piace la versatilità di abbinamenti che si possono adottare e poi sono sincero sono curioso di provarle.
Grazie come sempre ed anche se poi in seguito le tecniche si acquisiscono penso che sia doveroso ringraziare quel bambino inappetente e la mamma premurosa. Buona giornata ;-)

Lydia ha detto...

Beh, mi dispiace dirlo, ma io nel 1970 non ero ancora nata!!!!!
Scherzi a parte, le ho fatte, le ho spennellate prima di ogni piegatura con olio e.v.o., e sono venute davvero molto bene

robertopotito ha detto...

si può sostituire il burro con olio extravergine di oliva per ottenere un risultato ancora più delicato e, a mio avviso, maggiormente sfogliato.

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ciao Roberto le proverò, grazie per la dritta! Buona giornata

Camomilla ha detto...

Buono a sapersi, mentre leggevo pensavo al bicarbonato da utilizzare al posto del lievito, ma a questo metodo non ci sarei mai arrivata. Da provare al più presto, hai scatenato la mia curiosità :)
Buona settimana

Giovanna ha detto...

Da 'gnurante confesso: non lo sapevo nemmeno io. Meno male che sono in compagnia :-))))

Alem ha detto...

lievitazione fisica??
Ottimo!!!
Le provo subito...

dada ha detto...

Stupende! Non le conoscevo, non si finisce mai d'imparare e poi con un nome cosi' primordiale ;-)
Un bacio grande cara!

Solema ha detto...

Non si finisce mai d'imparare!!Copiato di brutto!!!

lacquadorosa ha detto...

Caro Roberto, anche io nel 1970 avevo 5 anni, ma mangiavo di tutto e avevo già problemi di ... "lievitazione fisica"!!!
: )
Ricetta da rubare come al solito.
Grazie Carla

Valentina ha detto...

Ciao Roberto! è sempre una gioia leggerti! Oggi ho imparato una cosa che non sapevo,grazie!

Maurina ha detto...

Ma che bei ricordi e che bellissima ricetta. Grazie

Aux délices des gourmets ha detto...

cette recette savoureuse ,me tente terriblement :)
à bientot

Erbaluce ha detto...

Uao!! Senza parole!! Seguo assolutamente i consigli!!

Anna Righeblu ha detto...

Che buone le pizzette! Qui da voi imparo sempre cose utilissime!

Mirtilla ha detto...

ci sveli uno dei trucchi della mamma!!!
deliziose ;)

lenny ha detto...

Per fortuna sono in buona compagnia a non conoscere questo metodo che proverò al più presto :))

Federica ha detto...

fantastiche! da provare assolutamente!

Eledigi ha detto...

Roberto, sei sempre il numero uno.
Questa ricetta è meravigliosa.
Un bacione!

Barbara ha detto...

Ma queste vanno fatte, assolutamente. Provero' a farle con l'olio extravergine di oliva, come suggerisci, lo preferisco come sapore al burro. Grazi per l'ottima ricetta.

Ciboulette ha detto...

ma belle!! Vorrei essere un po' deperita come te da bambino, ma anche la mia inappetenza infantile è andata a farsi benedire con l'età!! :))

robertopotito ha detto...

@ tutti: provate queste semplicissime pizzette e fatemi sapere...

Gambetto ha detto...

Ciao Roberto, anche se fuori contest mi sapresti indicare qualche ricetta di pane per sfruttare al meglio la farina di farro e quella di kamut?
Grazie come sempre

Lydia ha detto...

@ Gambetto, accidenti, ma non impari mai???;-))))
Non si chiedono ricette così ad libitum, poi scoppiano i putiferi...

Gambetto ha detto...

Evvai con il pane al kamut in TV e quello al Farro per Radio!! ahahaha
PS
Vabbè...mi ritiro in buon ordine...:-P

robertopotito ha detto...

@Gambetto: carissimo,ascolta i consigli della dolce e cara Lydia...
Comunque, prossimamente, molto prossimamente postero' delle ricette riguardanti la panificazione con cereali quali il farro ed il kamut (vedi il pane con le olive già postato).

Gambetto ha detto...

Si lo avevo visto quello :-)
Cmq in attesa dei tuoi post mi do a qualche sperimentazione...chissà che non esca qualcosa di decente ;-)

One Girl In The Kitchen ha detto...

Grazie della dritta Roberto. Mi sa che sono state proprio queste pizzette magiche a infonderti la passione per i lievitati, non credi?

robertopotito ha detto...

@onegirl: la passioen per i lievitati mi é venuta da adulto, attorno ai 25 anni e non ne capisco ancora le effettive motivazioni.

Agave ha detto...

Ecco, tempo fa cercavo proprio delle pizzette senza lievito!
Più seguo il tuo blog più mi piace, sia i contenuti che la grafica e la foto nel titolo.
Evelin