ulisse, le sirene e la dieta (english version included)

venerdì 19 novembre 2010

Pubblicato da Lydia


Comincio a sospettare che a scuola non ci abbiano sempre detto la verità.
Secondo voi Ulisse, al passaggio davanti alla Costa delle Sirene, si fece legare all'albero maestro della sua imbarcazione per resistere al canto ingannatore di 4 sirene stonate e pare anche un po' racchie, o semplicemente perchè si era messo a dieta e passando davanti alla Costa Cilentana non avrebbe saputo resistere al richiamo di Carciofi di Paestum, Olio, Fagioli di Controne, Mozzarella di Battipaglia, Fusilli, Fichi Cilentani, Alici di Menaica* e Ceci di Cicerale?
Secondo me, Ulisse le 4 velone acquatiche dei nostri giorni manco se le filava, il suo problema era solo cercare di placare l'ira della cara Penelope.
Passi il decennale ritardo, avrebbe dato la colpa agli amici, passino le scappatelle in giro, avrebbe negato fino alla morte, passino persino le rughe ed i capelli ingrigiti, avrebbe dato la colpa agli orrori della guerra, ma Penelope non avrebbe mai tollerato pancia e maniglie dell'amore, sarebbe stato davvero troppo.
Quindi Ulisse nel disperato tentativo di far rientro alla sua petrosa Itaca dalla sua amata Penelope con il bel fisico dei tempi andati, si fece legare all'albero maestro della sua nave perchè voleva dimagrire a tutti i costi e doveva resistere alle delizie della terra cilentana.
Siccome io non sono Ulisse e non devo neanche farmi perdonare da Penelope, ho messo insieme ceci di Cicerale e alici di menaica* e ne ho fatto un semplicissimo quanto gustoso piatto di pasta alla faccia dei Proci tutti messi insieme.


PASTA MISTA AI CECI DI CICERALE, ALICI DI MENAICA E ROSMARINO

per 2 persone
100 g. di ceci secchi
6 alici di menaica* dissalate
90 g. di pasta mista
rosmarino
olio extra vergine d'oliva
sale
acqua

Mettere in ammollo i ceci per una notte, lessarli in acqua e salarli una volta cotti (io uso la pentola a pressione, 15 minuti dopo il fischio) e tenerli da parte.
Prendere 2 o 3 rametti di rosmarino (se è poco profumato anche qualcuno in più), metterli in una pentola con 1, 1/2 lt di acqua e far bollire qualche minuto.
Nel frattempo stemperare le alici di menaica dissalate in un tegame con un filo d'olio a fuoco dolce e aggiungere i ceci (tenendone da parte un mestolo che frullerete con il minipimer aggiungendo un po' di acqua al rosmarino).
Quando i ceci saranno ben caldi aggiungere la pasta e versare qualche mestolo di acqua bollente al rosmarino, mescolando. Portare a cottura aggiungendo acqua al rosmarino quando serve, continuando a mescolare (un po' come fareste per un risotto).
A fine cottura aggiungere la purea di ceci, mescolare bene, aggiustare di sale e lasciare riposare una decina di minuti. Mi raccomando che non sia brodosa!!!!
Non dimenticate un filo d'olio e un rametto di rosmarino prima di servire

* le alici di menaica, presidio slowfood, sono pescate a Marina di Pisciotta tra aprile e luglio con una rete detta menaica che seleziona solo le alici più grandi. In questa rete le alici guizzano nervosamente perdendo in breve il loro sangue.
Vengono poi conservate in vasi di terracotta sotto sale e stagionate almeno 3 mesi.
Hanno un sapore più delicato delle comuni alici sotto sale



ENGLISH VERSION

Uhm… I start being suspicious abotu what we’ve been taught at school…

Do you think Ulysses made himself tie onto the mainmast just in front of the Mermaids’ Coast to resist to the enchanting songs of four tone death, seemingly dog pop mermaids or just because he was on a diet so that he did not give in to the Cilentan Coast’s tempting Paestum’s artichockes , oil, Controne’s beans ,Battipaglia’s mozzarella cheese , Cilento’s figs and fusilli pasta, Menaica’s anchovies and Cicerale’s chickpeas?

To me, Ulysess did not take care of the four enchanting mermaids at all!!
Penelope would have accepted his beloved’s wrinkles and white hairs…
He was only afraid of Penelope’s reaction should he have put on some weight and would not tolerate any fattish hips!!!

So that’s what Ulysses made: being tied onto the mainmast so that he could be fit and resist to Cilento’s delicatessen!!

As I am not Ulysses and I do not need any forgiving , I combined Cicerale’s chickpeas and Menaica’s anchovies and I made out a very plain dish of pasta no matter what the Procis say!!

CICERALE ‘S CHICKPEAS, MENAICA’S ANCHOVIES AND ROSEMARY MIXED PASTA

Serves 2
100 gr dry chickpeas
6 Menaica’s anchovies unsalted
90 g mixed pasta
Rosemary
Extra virgin olive oil
Salt
Water

Soak the chickpeas overnight, cook them in water and salt them just when cooked ( I use the pressure cooker ; 15 minutes to go after the whistle) and keep them aside.

In the meantime, gently melt the unsalted anchovies with a little oil and add the chickpeas (leave aside a dipper which you will blend with a processor by adding some rosemary scented water ).

When the chickpeas are well warm, add the pasta together with some hot rosemary water: mix.

Keep on cooking as you made for a risotto, add some boiling water when needed and often mix.

When the pasta is done, add the chockpeas puree, mix well and let it rest for 10 minutes.

Before serving, add a little oil and a little rosemary

46 commenti:

Gambetto ha detto...

Beh io ad Ulisse tentato da 4 veline che cantano e si dimenano scosciate in attesa di diventare igieniste dentali e poi consigliere regionali dello stesso Ulisse ci credo...tanto Penelope aveva sempre la sua Itaca, no?! :P hahahahahhaahaha
Scherzi a parte i ceci di cicerale li conosco, le alici di Pisciotta invece probabilmente le avrò anche mangiate (anzi sicuramente) senza nemmeno averlo saputo...ma insieme mai ed a giudicare dalla cremosità del tuo piatto questo abbinamento di gusti andrebbe proprio provato...mirando proprio alla consistenza che ci ha presentato :))
Complimenti :)))
PS
E poi chi lo ha detto che Ulisse era legato al palo...casomai aveva legato il parrucchino perchè non fosse portato via dal vento!! :DD ahahahahahahahahah

Lydia ha detto...

@ Gambetto guarda che se non ti procuri immediatamente una confezione di alici di menaica sotto sale da tenere fisse in frigo e da utilizzare al momento del bisogno, ti mando in pasto alle sirene igieniste dentali (o mentali?)

lucy ha detto...

CARA lYDIA è QUESTO IL VERO PIATTO TENTATORE'!le sirene le sento fin qua che mi vengono a chiamare e anche se è presto faccio giusto in tempo a infilarmi in macchina e venire da te?impossibile resistere.buon week

Milen@ ha detto...

Per resistere alle tentazioni a volte non basta farsi legare ...
Io neanche ci provo :D

Gambetto ha detto...

No per carità..RIMEDIO subito a costo di andarmele a pescare da solo!! :PPP ahahaahahha

giulia pignatelli ha detto...

Un giorno mi spiegherai come cavolo fai ad abbinare argomenti così diversi fra loro con tanta facilità ;)))))) e intanto mi hai fatto veniore una voglia di pasta e ceci allucinante!!

RicetteAmoreFantasia ha detto...

Oddio legatemi al palo alla sedia dove volete!!! io si che devo mettere giù un po di pancetta...ma ti pare il modo di presentare un piatto così??? uno passa così per caso e tu mi tenti a questo modo???!
Guarda io non ho mai provato questo abinamento alici e ceci ma la tua presentazione sembra fantastica complimenti!

E mò comm faccio a me luvà stu piatt a rint a cap?!

Diletta ha detto...

Io i ceci di cicereale e le alici di menaica non le conosco..ma ho un fidanzato 100% cilentano che è un presidio Diletta da tre anni ormai..
La prossima volta che mi avventuro quelle terre in mezzo alla montagna e al mare mi faccio una lista di tutto quello da portare a casa e al diavolo la linea....a dire il vero la linea non c'è mai stata!

Adoro questi piattini semplici semplici ma sempre tanto buoni!!!

Un sorriso incantatore,
D.

Lydia ha detto...

@ Lucy, mettiti pure in macchina, solo che oggi non troveresti pasta e ceci, sto preparando qualcosa di più nordico per stasera: polenta e manzo al cucchiaio. Va bene lo stesso?

@ Milena, sarebbe banale citare la famoza frase di Oscar Wilde?

@ Gambetto, ecco bravo... ;-))

@ Giulia, io ho un grande problema, anzi 2: dormo poco e tengo la capa fresca!!!

@ ricette, ti vedo ferratissima con il napoletano

@ Dile, questo è il post per P. allora, un condensato di "cilentità"

Virginia ha detto...

Lo stress ti fa decisamente bene...

CorradoT ha detto...

Bella preparazione, semplice e di gusto, specie con l'uso di ingredienti scelti, come hai fatto tu.
Per quanto riguarda me e' da tempo che le maniglie hanno fatto la loro comparsa (non e' l'assaggiare, e' il riassaggiare...), ma me la cavo ancora alla grande. E' la parola "ancora" che mi da' pensiero....
CIAO, buona giornata :)

JAJO ha detto...

Hahahahaha sei fantastica !
Un post esilarante e gustosissimo.
Secondo me si è fatto legare proprio per quel motivo.

P.s.: e tu non hai bisogno neanche di metterti a dieta perchè sei in formissima ! :-)

Gloria ha detto...

Sono d'accordo con te, Ulisse si fece legare per resistere a tutte quelle bontà e non portare a casa le maniglie dell'amore a Penelope, altro che sirene! Io invece non voglio resistere e voglio scoprire le alici di menaica che, tanto per cambiare, non conoscevo prima di leggere il tuo bel post!

emidiomansi ha detto...

Potra' sembrarti strano ma la capa fresca si e' letto per diletto sia l'Iliade che l'Odissea e ti confermo che la descrizione della "panza" di Ulisse e' uno dei momenti piu' comici, in particolare quando racconta la gara di corsa tra condottieri achei.
La ricetta e' strepitosa! Ma mi piange il cuore a leggere di una alice di menaica stemperata nell'olio... Proprio ieri sera la mia allegra famigliola si e' pappata un terzo della mia preziosissima scorta privata, preparate sott'olio con sommo sforzo della mogliettina. Considera che lo spaghetto con l'alicetta sott'olio e' il piatto preferito in assoluto tua amica piccola blogger :-)))

Informazione per tutti quelli a dieta: alcune ricerche in corso stanno dimostrando che l'alice sott'olio abbatta la parte glicemica della pasta rendendo un piatto di maccheroni con le alici sott'olio praticamente a impatto zero sulla linea.

Saretta ha detto...

Che spasso che sei lydia!Ora che mi hai aperto un nuovo modo, devo ordinare questi prodotti ececzionali al ragazzo di una mia amica, cilentano doc!
Quant'è bbella la pasta mista!;)
Baci

Lydia ha detto...

@ Virgì, mi vedessi in questo momento non diresti così...

@ Corrado, ma lasciamole lì queste maniglie, che ci importa...

@ jajo, mica mi chiamo ulisse io, non devo resistere a nulla

@ Gloria, non sono facili da trovare, fai un fischio se hai problemi

@ Emidio, lo sapevo, ero certa che saresti inorridito all'idea delle alici stemperate.
Sappi che io sono un'assassina stemperatrice di alici, lo ammetto.
Farò tesoro dell'informazione sulle alici sott'olio e mi darò all'ingozzamento compulsivo di vermicelli alle alici di menaica (stemperate....)
Un bacio grande all'amichetta mia blogger.

@ Saretta, sono felice di averti fatto scoprire questi prodotti

Ciboulette ha detto...

ma tu sei troppo un mito!!!
Mi hai fatto morire stamattina :))

emidiomansi ha detto...

Ah dimenticavo una cosa fondamentale!!!!!!
Il fatto della pasta con le alici che non fa ingrassare, ovviamente vale solo con la Pasta Garofalo, le altre fanno ingrassare, venire i brufoli e provocano alitosi...
:-?

Lydia ha detto...

@ Cibou, dopo il c@@@@ggio di questi giorni su facebook, ho pensato di continuare su quella linea...

@ Emidio, ça va sans dire

One Girl In The Kitchen ha detto...

Mitica! Come ti e' venuta in mente questa, me lo dovrai spiegare!

Lydia ha detto...

@Sara, credimi, non lo so...

Edda ha detto...

Sicuramente § come dici tu riguardo alle sirene. Questa pasta mi scalda il cuore, posso venire a pranzo? ;-) Un bacio grande grande

MariLuna ha detto...

E chi ci pensa a farsi legare , io piuttosto vorrei avere il mare per buttarmici dentro e cercare le alici, forse non é il momento ok, allora dove le posso trovare quelle buone buone sotto sale di Menaica?

Miao!

Lydia ha detto...

@ Edda, pensa a cosa pastrocchiare insieme, ammesso che ne abbiamo il tempo

@ Patrizia, io le ho prese al salone del gusto, qui trovi tutti i contatti http://www.alicidimenaica.it/acquista.html

elenuccia ha detto...

Ma vuoi mettere un buon piatto di pasta e ceci, rosmarino (che è d'obbligo) e alici rispetto a tre scosciate igieniste dentali?
Il nostro Ulisse non era mica scemo ^_^

MariLuna ha detto...

Grazie!

Anonimo ha detto...

salve sono Ulisse,


e credo che stamattina mi avete sfottuto abbastanza,
io in cilento forse non ci sono mai stato, (#ehmpenelopeaccovailvasettodialici),
e non ero certo il tipo che mi facevo tentare da queste cose terrene, il mio era irresistibile pulsione omicida, trattenuta a stento dalla ciurma, verso le figlie di Gygyos D'Alessiokon, che oltre che sfracassarmi i timpani, bollivano sulla riva una pasta i cui effluvi tenevano lontane le zanzare,

questo e' quanto
saluti
Ulisse dei Campi

Anonimo ha detto...

salve sono Ulisse,


e credo che stamattina mi avete sfottuto abbastanza,
io in cilento forse non ci sono mai stato, (#ehmpenelopeaccovailvasettodialici),
e non ero certo il tipo che mi facevo tentare da queste cose terrene, il mio era irresistibile pulsione omicida, trattenuta a stento dalla ciurma, verso le figlie di Gygyos D'Alessiokon, che oltre che sfracassarmi i timpani, bollivano sulla riva una pasta i cui effluvi tenevano lontane le zanzare,

questo e' quanto
saluti
Ulisse dei Campi

arabafelice ha detto...

Mi piace la tua rivisitazione di Ulisse e sirene, mi hai dato un'ideuzza niente male per i miei alunni...quanto alle alici, confesso che non le conoscevo. Ma le ho appena segnate tra le cose da cercare a Roma appena arrivo.

P.S.: in programma per il pomeriggio c'e' la tua favolosa torta di nocciole e albumi!!!

Lydia ha detto...

@ elenuccia, questo commento lo farei leggere a chi ci governa...

@ mariluna, ma figurati

@ ulissedeicampi, sto ridendo da sola davanti al pc

@ araba, però ti prego di essere clemente con i tuoi alunni, fallo per me e per ulisse.
Spero la torta ti piaccia, ora vado in ansia...

Laura ha detto...

E' buffo... oggi a pranzo ho mangiato la medesima pasta mista coi Ceci (ma anche con i Broccoli!). Poi faccio un salto qui e me la trovo fotografata... buffissimooo!!! ;-))

Mapi ha detto...

La ricetta è stupenda e il racconto rivisitato di Ulisse e le velone racchie è esilarante.

Io, siccome alla linea* ci tengo, alla prima occasione farò scorta di tutte le leccornie che hai elencato, e in grande quantità pure!!!

* anche quella tonda è una linea, guisto? :-D

Mapi ha detto...

La ricetta è stupenda e il racconto rivisitato di Ulisse e le velone racchie è esilarante.

Io, siccome alla linea* ci tengo, alla prima occasione farò scorta di tutte le leccornie che hai elencato, e in grande quantità pure!!!

* anche quella tonda è una linea, guisto? :-D

Virò ha detto...

Ho assaggiato e preparato più volte i fagioli con i frutti di mare ma i ceci mai...li ho sempre accompagnati con pancetta o guanciale.

Ora il matrimonio tra ceci ed alici mi apre nuovi orizzonti: c'è un po' di Ulisse sempre alla ricerca di emozioni nuove in ognuno di noi, non trovi?

Anonimo ha detto...

Anche se in ritardo non posso fare a meno di inserire il mio commento. Post riuscitissimo per il "dotto" riferimento, per la rivisitazione del "mito" di Ulisse, per gli insoliti accostamenti e per la gustosissima ricetta. Pare creato dall'Ente del turismo del Parco nazionale del Cilento. Mi sono divertita tantissimo!!!
Raffaella (mammatzatziki)

Gio ha detto...

ma che coincidenza anch'io ho postato una pasta e ceci! quelli di cicerale li conosco, stavolta ho provato dei bio di controne (di cui famosi sono i fagioli), ottimo il tuo piatto, mi piace anche l'aggiunta delle alici di menaica, ottimo!

Lydia ha detto...

@ Laura, buoni ceci e broccoli, da provare

@ Mapi, la linea tondaè la più bella di tutte!!

@ Virò, un classico di qualche anno fa erala passatina di ceci con i gamberi: ottima. Questo per dirti che anche i ceci possono avere una vocazione marina.
Ulisse avrebbe provato ;-))

@ mamma,felice che ti sia divertita.
Tuo figlio e tua nuora, con il tuo futuro nipote stanno bene ed hanno cenato con soddisfazione
(chiedo scusa per la comunicazione di servizio)

@ Gio, i ceci di controne non il conosco, oltre ai fagioli conosco la polvere di peperoncino (eccellente), ma i ceci mi mancano

Claudia ha detto...

Che forte che sei mia cara! Ti seguo di tanto e in tanto ma sempre con più piacere di leggerti...ma vogliamo parlare di questa ricetta?!? Troppo golosa!!!! Mai stata nel cilento (e me ne pento) ma vedrai non aspetterò ancora molto a visitarlo visto che ci offre tutte queste delizie! Ps: ne approfitto per invitarti a parteciapre al mio contest natalizio...spero ti piaccia! Sarebbe interessante conoscere le tue tradizioni... :-)

Gunther ha detto...

non hai idea di quanto ho riso leggendo questo post, anche io penso che ulisse ci dava dentro con il cibo ed è per questo che si è fatto legare davanti alla costa cilentana. Io sono stato una sola volta in vita mia nel cilento e ancora lo ricordo come il paese della cuccagna un viaggio indimenticabile, vedrò di provurami le alici almento quando vengo a Milano

Lydia ha detto...

@ Claudia, vengo a dare uno sguardo al tuo contest, ma non ti prometto nulla, è un periodo abbastanza incasinato questo.
Grazie per la visita

@ Gunther, sono contenta di averti procurato una sana risata.
>Sai che non so se a Milano si trovino le alici di menaica?
Un abbraccio

€llY ha detto...

La storia e la presentazione del piatto sono suggestive, complimenti Lydia, ho scoperto purtroppo solo ora il tuo blog e nn lo lascierò più!

Un abbraccio dolcioso!!!

artetecaskitchen ha detto...

Beh, dopo tutto lo tzatziki che mangiava a colazione e non ... ci credo che volesse un piatto di pasta e ceci, no?!
Baci
F

Patrizia ha detto...

Sto ancora ridendo...i ceci hanno sì unabella tradizione marina...anche la pasta e gli gnocchi, fatti con la farina di ceci, hanno il loro perchè con l'ambiente marinaro;)
Quel piatto è una poesia!

Oxana ha detto...

Anch'io sto ridendo da sola davanti al PC alle 2 di notte leggendo il post e poi di Anonimo-Ulisse di cui avete sfottuto in questi giorni!!!:D

Lydia ha detto...

@ Elly, felice che il blog ti piaccia e felice che ci abbia scoperto.
Un abbraccio a te

@ Fabrizio, hai ragione, povero Ulisse, con tutto quello tzatziki sullo stomaco

@ Patrizia, sono felice che ti sia fatta una bella risata con Ulise e la pasta e ceci

@ Oxana, l'anonimo Ulisse che, giuro, non sono io, è stata in effetti la ciliegina sulla torta

granys ha detto...

Mi è piaciuto questo bagno di cultura.. Ciao!