regali dell'ultim'ora

lunedì 20 dicembre 2010

Pubblicato da Lydia


Questa ricetta è un pezzo di storia.
E' una ricetta di non so più quanti anni fa della mia amica carissima Elena Di Giovanni, un tempo anima del vecchio e glorioso forum della cucina italiana, quello degli albori, quello in cui un gruppo di pionieri del web (io vi sto parlando di più di 10 anni fa) si incontrava, si confronatava e si scambiava opinioni e consigli spassionati e disinteressati, lì molti di noi sono nati culinariamente parlando, si sono conosciuti e sono anche diventati amici.
Tornando alla ricetta, si tratta di una crema spalmabile cioccolato bianco e mandorle (una nutella bianca per dirla molto volgarmente), ottima idea per pensierini natalizi mangerecci, io ho apportato un paio di piccolissime modifiche alla ricetta originale: l'aggiunta di una bella grattata di buccia d'arancia e il temperaggio.
Per evitare risultati stucchevoli vi consiglio di usare un ottimo cioccolato bianco: ivoire di valrhona, oppure un lindt, insomma evitate quelli dolcissimi e stucchevoli, rovinerebbero tutto.

Se doveste essere interessati ad un'altra crema spalmabile, vi consiglio questa all'olio e sale di Luca Mannori: la guerra!!!


CREMA SPALMABILE AL CIOCCOLATO BIANCO MANDORLE E ARANCIA

INGREDIENTI:
200 g di cioccolato bianco di ottima qualità
120 gr di mandorle (io ho usato le pizzute di avola)
90 gr di zucchero
90 ml di olio di riso
160 ml di latte intero
un cucchiaino di fecola
buccia d'arancia grattugiata o qualche goccia di essenza d'arancia.

PREPARAZIONE:
Dopo averle tostate in forno brevemente e fatte freddare, tritare finemente le mandorle, riducendole in polvere finissima con lo zucchero. Mettere da parte e tritare anche il cioccolato bianco.
Riunire mandorle, zucchero e cioccolato finemente tritati in una piccola pentola antiaderente, aggiungere l'olio e il latte e far cuocere a fuoco dolcissimo. Poiché non si dovrebbero superare i 60 gradi, sarebbe opportuno usare un termometro a sonda e procedere all’addensamento togliendo dalla fiamma la pentolina, girando, facendo leggermente freddare e tornando poi sulla fiamma. Il tutto, per circa 10-15 minuti, fino al raggiungimento di una consistenza accettabile (si consideri che la consistenza aumenta con il raffreddamento del composto, dopo circa un’ora).
Aggiungere un'arancia grattugiata o qualche goccia di essenza di arancia.
Se il composto dovesse risultare visibilmente troppo liquido, aggiungere un cucchiaino di fecola da un setaccino e continuare a cuocere per un minuto.
Versare in vasetti e chiudere ermeticamente.

Io, per dare una maggiore stabilità alla crema, l'ho temperata. Appena pronta ho immerso il tegame in acqua ghiacciata e ho portato il composto a 26° circa per poi riportarlo velocemente a 28° ed invasarlo

26 commenti:

Gambetto ha detto...

Ottima la crema, interessantissima la nota sul temperaggio che per un ignorantone come me è della serie...le perle ai porci! :P ahahahahahahaha
Una domanda...come è al palato...le mandorle fanno da retrogusto o sono comprimarie e l'arancio bilancia il grado di dolcezza?
Si vede che sono interessato a questa crema come un bambino che sta per scoprire l'acqua calda eh! :P eheheheh
PS
Per questo Natale mi sarà regalato un bel termometro da cucina...vuoi che non lo provi con questa crema ed anche con quella linkata nel post?! :P ehehheheehehe
PS2
Vedere scritto "è la guerra" ed immaginarlo anche pronunciato non sai che raggio di sole è stato questa mattina!! ahahhahaaha
Non dico altro...:P

Lydia ha detto...

Gambetto, mandorle e cioccolato sono abbastanza ben equilibrate, se usi un buon cioccolato non risulta troppo dolce, altrimenti diminuisci un po' lo zucchero.
Abbonda con l'arancia, nella mia si sente un po' poco, mi sarebbe piaciuto che il retrogusto fosse un po'più accentuato.

P.S.
Ho dovuto riassaggiarla per risponderti ;-))

P.S.2
Scusa per il casino di stamattina, mi è partita la pubblicazione inavvertita di un post incompleto...

arabafelice ha detto...

Il regalo, Lydia, l'hai fatto a me.
Adorando il cioccolato bianco, ed avendo una scorta di Valrhona che pregustavo di mangiare in completa e beatissima solitudine, cambio idea e me la preparo.
ME, ho detto, dato che non intendo regalarla a nessuno :-)

Un bacione, ed auguri!

Azabel ha detto...

Nonostante non partecipassi al forum della CI leggevo, leggevo tantissimo. Ho ancora un vecchio quadernone con le ricette trascritte a mano tue, di Alda, Roberto e mille altre persone... ogni tanto le vedo rispuntare, ammetto che mi fa proprio strano!

Lydia ha detto...

@ arabafelice, custodisci gelosamente quel cioccolato bianco, trovarlo è diventato difficilissimo.
Pensa che io lo prendo a Parigi...

@ Azabel, mammamia, quanti anni sono passati.
Anch'io ho un quaderno del genere e lo sfoglio sempre con una grande tenerezza.
Un abbraccio

giulia pignatelli ha detto...

Elena!!!!! Dove sei carissima?!?!?!?!? Ricetta provata e che avevo dimenticata! Mai più fatta per evitare un aumento di ciccia considerevole in una settimana circa. Ora che me l'hai ricordata la rifaccio... tanto è natale ;))))

Edda ha detto...

Adesso mi tocca prepararle entrambe. Quel cucchiaio sta' uscendo dalla schermo, devo fare qualcosa? ;-) Un bacio grande grande

Edda ha detto...

P.S. Anch'io ho un po' di nostalgia di quel forum (e di tante belle ricette tra cui le tue) che leggevo passivamente. Meno male che hai aperto il blog :-)

Lydia ha detto...

@ Giulia, io sento e vedo Elena molto spesso, proprio la settimana scorsa è stata qui a Milano.
Sai che sono la madrina di battesimo della figlia?

@ Edda, è stato un bel periodo.
Ora quandfo mi capita di andare a curiosare (devo dire molto raramente) non mi piace quello che vedo.
Un bacio grande grande a te

accantoalcamino ha detto...

Diciamo pure: da leccarsi le dita :-)

Ciboulette ha detto...

cara Lydiuzz, hai toccato un tasto dolentissimo: io adoro la cioccoalta bianca, ma incappo sempre in fetecchie! E il valrhona lo trovavo solo a BAri, ma ora non so quando ci torno, provero' il Lindt (solo che poi lo finiro' a maorsi, lo so, con la sfaticataggine di questo periodo)
Un bacio grande!

Gaia ha detto...

una gran bella idea, proprio bella!!
e il tocco arancia deve essere profumosissimo!!
Tanti auguri, Lydiuzz!

;-)

SaraG83 ha detto...

Oddio, che meraviglia!!!!Assolutamente da provare ... magari durante le feste, che dopo, probabilmente, mi toccherà una lunga dieta :)

Francesca ha detto...

è la fine del mondo, datata fine dell'autunno.
augh
ninetta

Federico ha detto...

Lydia, io ho una passione totale per il cioccolato bianco.
Mi ricordo che a Madonna di Campiglio c'era un negozio che si chiamava la "casa del cioccolato" ed era il paradiso, aveva un cioccolato bianco che era divino. Io ogni anno, quando andavamo a sciare, scappavo dal controllo dei miei e mi compravo una tavoletta tutta per me, la mangiavo in gran segreto.
Puoi immaginare che attacco di cioccolatite mi scateni la tua foto!

JAJO ha detto...

Diavola tentatrice !!!
Ti perdono pure di esserti comportata "da milanese" nell'ultima settimana :-D

P.s.: che ne dici se usassi pistacchi ?

P.p.s.: l'olio di riso posso sostituirlo con qualche altro olio o ...vado da NaturaSi?

Bacioni !!!

Lydia ha detto...

@ accantoalcamino, diciamo pure da appoggiare sui fianchi ;-))

@ Cibou, accidenti il valrhona a Bari.
E' proprio vero che se Parigi tenesse lu mer sarebb nà Piccola Ber!!!

@ Gaia, grazie.
Tanti tanti auguri anche a te

@ Sara, non tocchiamo l'argomento dieta in questi giorni, è meglio.

@ Francesca, per fortuna l'ho fatta per egalarla sennò me la sarei mangiata tutta.
Augh a te!!

@ Federico, avrei detto che tu sei un fondentista non un bianchista.
La prossima volta che la faccio un vasetto è per te

@ Jajo, sappi che domani ho l'aereo per Napoli e dopodomani faccio gli struffoli con la nonna,mi perdoni ora???
Io proverei con i pistacchi, perchè no.
Elena usa l'olio di riso perchè è praticamente insapore così da far risaltare il cioccolato e le mandorle.
Io lo trovo al supermercato insieme agli altri olii.

Bacioni a te

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Posso regalarla a me stessa? mi sembra perfetta anche se come al solito io mi faccio intimorire dal temperaggio ... ma vedo che posso usare la scorciatoia da principianti :-)
Candidi auguri!

Gio ha detto...

buona la crema bianca, ma per gusto personale mi attira molto di più quella con cioccolato fondente olio e sale 'over na guerra!

erika ha detto...

arrivo sa un lungo viaggio, ritardi e tempi di attesa infiniti.
ma... rientrare e vedere questa crema che bello!
me la ricordo e ne feci tantissima.
grazie a Elena e a te di averla postata.
un bacio

Lydia ha detto...

@ twostella, pensa che il maitre chocolatier della lindt in persona mi ha detto di fare così...

@ Gio, anch'io preferisco quella, ma ho capito che ci sono anche molti manati del ciccolato bianco in giro, che in genere è molto bistrattato

@ Erika, a me il viaggio è andato stranamente bene, sono riuscita ad arrivare da Milano a napoli senza grossi intoppi per fortuna.
Un bacio grande a te

marifra79 ha detto...

Fortuna che tra Natale e Capodanno ho dei giorni di ferie! Vorrei davvero provarci anch'io, adorando tutti gli ingredienti!!! Spero solo di essere brava come te!
Un abbraccio e auguri di buon NAtale

Pip ha detto...

Sappi che solo guardando la foto ho iniziato a sbavare senza ancora sapere di cosa si trattasse. Ora che lo so, sto sbavando ancora di più! ;D
La faccio sicuramente, ma ho una domanda: con queste dosi quanta ne viene?
E pensare che ero passata per fare gli auguri, ora mi ritrovo un'altra cosa da cucinare... aiuto! ;))
AUGURI di buone feste Lydia!

JAJO ha detto...

NO !!! Tu devi fare LA NAPOLETANA a Milano: a Napoli so' capaci tutti :-D

Ho l'olio di lino ma domani cerco quello di riso :-)

Auguroni anche a te !!!

accantoalcamino ha detto...

Passo per gli auguri, mi raccomando, non mangiare troppe "pietre verdi", ciao e Buon Natale..

Lydia ha detto...

@ marifra, è una preparazione molto semplice, prova tranquillamente

@ Pip, ne vengono un paio di barattoli da 250 g. e te ne avanza un cicinino.
Tanti auguri e buoine feste a te

@ Jajo, se vedi il post di oggi capisci che le mie tradizioni sono salve

@ accantoal camino,grazie mille, un abbraccio