senza cappello

martedì 22 novembre 2011

Pubblicato da Lydia

Chi mi conosce e chi segue tzatziki sa che non amo pubblicare ricette nude e crude, senza un racconto seppur stupido o banale ad introdurle, senza una storiella o qualche riga che dica anche un po' di me.
Oggi ho il vuoto, il blocco dello "scrittore" ha avuto il sopravvento.
La ricetta però è davvero buona, fidatevi, anche senza un cappello di presentazione o 4 parole stupide.



CALLE SU CREMA DI CIPOLLA CON TONNO SCOTTATO, OLIVE, PINOLI E CAPPERI

per 500 g di pasta (io ho usato le calle del pastificio dei campi, ma questo condimento si sposa bene anche con un mezzo pacchero o un pacchero)

3 cipolle bianche di media grandezza
300 g di filetto di tonno
una ventina di olive nere di gaeta
una manciata di capperi piccoli sotto sale
50 g di pinoli tostati
olio extra vergine d'oliva
1 bicchiere di vino bianco

Tagliare le cipolle a fette sottili, metterle in un tegame con un filo d'olio, scottarle a fuoco vivo, aggiungere un bicchiere d'acqua e lasciare che si consumino a fuoco lento per un paio d'ore. Aggiungere un po' d'acqua quando necessario.
Per questa operazione io ho usato la pentola a pressione per abbreviare i tempi (20 minuti a partire dal fischio).
Sfumare con 1 bicchiere di vino bianco secco.
Quando il vino sarà evaporato salare e frullare con 1 frullatore ad immersione.
Mentre la pasta cuoce in abbondante acqua bollente e salata, tagliare a cubetti il filetto di tonno e scottarlo su una padella antiaderente ben calda (mi raccomando a far scaldare bene la padella prima di mettere il tonno, che non dovrà essere eccessivamente cotto).
Scolare la pasta al dente, condirla con la crema di cipolle, i capperi dissalati, le olive denocciolate e i pinoli tostati e completare con i cubetti di tonno.

23 commenti:

annaferna ha detto...

ciao lydia
be' si devo ammettere che mi piace leggere i tuoi "cappelli" ai post!
Ma succede che il vuoto ci attanagli e ame più spesso del dovuto! Cmq questo condimento di cipolla con tonno fresco e quant'altro mi piace e poichè sono sempre alla ricerca di spunti da abbinare ai dentici che già cominciano ad accompagnare le nostre domeniche di uscita per mare , ecco che mi giunge a puntino e quindi come da regola salvo la ricetta.
Ma non prima di averti mandato un bacio e augurarti buona giornata ^_^

arabafelice ha detto...

Credo che per una volta si possa lasciare che sia solo la ricetta a parlare.
Specie se s esprime cosi' bene ;-)

Ciao!

Lydia ha detto...

@ annaferna, se volevi suscitare la mia invidia parlando di dentici e di uscite in mare, sappi che ci sei riuscita ;-))
Un bacio e buona giornata a te

@ Araba, speriamo mi tornino le idee però sennò diventerà un mortorio questo blog

Giuseppe ha detto...

Splendida la ricetta e la foto! Come al solito, saporita e bilanciata, un concentrato di mediterraneo. Baci baci.

Saretta ha detto...

Lydia, a volte è solo il piatto a parlare e questo è eloquentissimo!!!!
bacioneee

Tery ha detto...

anche senza cappello questo primo rende bene lo stesso! Che delizia! :D

JAJO ha detto...

Una ricetta così non ha bisogno di tante chiacchiere :-D
Ottima !!

Lydia ha detto...

@ Giuseppe, eri il giudice che temevo maggiormente

@ Saretta, a volte è meglio lasciar parlare i piatti

@ Tery, tu poi la pasta la conosci bene...

@ Jajo, felice ti piaccia.
Un bacione

Anonimo ha detto...

ciao lydia ... proprio domenica ho preparato la "genovese" ed è forse per questo, che ora riesco addirittura a sentire tutto il profumo di questa ricetta davvero molto, molto interessante !!! baci simona

Lydia ha detto...

@ Simona, il senso è proprio questo: una genovese di tonno più delicata.
Baci a te

Reb ha detto...

Poche balle signora: tu parli anche quando non lo fai, e la ricetta è buona e di contorno, ma dentro e fuori ci sei te. E parla, ohhh se lo fa. Basta averci le orecchie per ascoltare.

Milen@ ha detto...

Tu puoi permetterti di tutto mia cara, ma non lasciarci senza cappello per troppo tempo :D

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

..il silenzio a volte non é male. Mi ricorda Fellini e la voce della luna. Poi parla l'immaginazione sensoriale..Questa pasta per esempio, giá la assaporo...

Lydia ha detto...

@ Reb, meno male che domenica ti vedo!!!

@ Milena, prometto di farmi tornare l'ispirazione

@ Simonetta, tu sei una poetessa, mica pizza e fichi

Mafaldina ha detto...

Bellissima foto e bellissima ricetta!
Il tavolo di legno grezzo sta benissimo.
Grazie :)
Un abbraccio, M.

Gio ha detto...

il sgreto della pentola apressione per le cipolle lo faccio mio :)
la pasta è ottima inutile dirtelo!

Luisa ha detto...

sono qui che continuo a riguardare la foto del piatto e poi leggere la ricetta, poi riguardo la foto.. nella mia mente è come se volessi fissare quell'immagine per poterla rifare uguale! è un piatto così raffinato, ma allo stesso tempo forte.. mi piace moltissimo, s'è capito?
mi unisco trai tuoi lettori..
a presto.. ora continuo a girovagare per questo splendido blog
luisa
ghiottodisalute.blogspot.com

Edda ha detto...

Ne sento quasi il sapore e vorrei venire lì

Calogero ha detto...

Che ricetta raffinata, complimenti :-)

voyance par mail gratuite ha detto...

Grazie per il vostro lavoro e la vostra partecipazione! Non ho avuto il tempo per catturare me tutte le tue creazioni, ma ho intenzione di guardare presto. buona fortuna
voyance gratuite par mail

voyance gratuite par telephone ha detto...

Ottimo sito! Trovo molto vivace, premuroso e molto altro piuttosto bel viso e le illustrazioni sono fantastici! Vi auguro buona fortuna e buona fortuna per il futuro e la continuità di questo magnifico sito
I Migliori Saluti

voyance par mail ha detto...

Il tuo blog è meraviglioso, lavoro di alta qualità ... Sono sicuro che molti saranno d'accordo con me, anche se non si prendono il tempo di dirti

rosy123 ha detto...

C'est un grand honneur pour moi d'être un membre actif dans ce blog, que j'espère vivra longtemps actif. Très enrichissant et intéressant. Surtout continuez ainsi.
Cordialement

voyance gratuite