ed ora vi racconto la mia festa a vico

giovedì 27 maggio 2010

Pubblicato da Lydia



Gennaro Esposito è un ragazzone di 40 anni (freschi freschi) che appena guardi negli occhi, prima ancora di scambiarci quattro chiacchiere, ti fa una grande simpatia istintiva. Un ragazzo verace, spontaneo, sorridente, senza tanti fronzoli e salamelecchi inutili.
Sei anni fa il simpatico ragazzone ha deciso di invitare 10 degli amici più cari nella sua Vico, in penisola sorrentina, per trascorrere insieme 3 giorni scanzonati in divertimento ed allegria.
Il fatto è che Gennaro Esposito, per gli amici Gennarino, è uno dei più grandi chef italiani e la sua combriccola è formata da Oliver Glowig, Karl Baumgarten e Andrea Berton, solo per citarne alcuni.
Quella del 2004 è stata la prima edizione di quello che è poi diventato un vero e proprio avvenimento: la festa a Vico, i cui proventi oggi vengono versati all’Ospedale Santobono di Napoli.





A quegli 11 amici del primo anno, nel corso del tempo se ne sono aggiunti altri 140 circa, volti più o meno noti, che per 3 giorni cucinano, scherzano e si divertono gomito a gomito, nel senso letterale del termine, senza competizione e rivalità alcuna, come avviene appunto tra amici, con lo spirito del “facimm’ ammuina”.
Quest’anno finalmente alla festa a Vico c’ero anch’io insieme alle mie amiche Lisa e Giovanna a fare ammuina.
Per i non napoletani l’ammuina è l’allegra confusione, quello che si potrebbe definire casino in un italiano non proprio aulico.
Erano 6 anni che una notte si e l’altra pure sognavo la Festa a Vico.
Vico Equense è una ridente cittadina sul Golfo di Napoli, all’inizio della Penisola Sorrentina, potevo mai mancare io che sono cresciuta in zona? Proprio io che da 38 anni della mia vita da quelle parti ci vado in vacanza? Naturalmente la risposta è “No”.
L’occasione di poter vedere riuniti i più grandi chef d’Italia tutti insieme è uno di quegli eventi che toglierebbe il sonno a chiunque, non solo a me.
Il programma dei 3 giorni della festa è denso e massacrante, dovete essere giovani, allenati e aitanti per reggere il ritmo, altrimenti sarete come me in questo momento, stravolti e boccheggianti su un divano, con un residuo di energie a malapena sufficiente per battere sui tasti del pc.

Da qui in poi, e non dite che non vi avevo avvertito, seguirà un lungo e noioso susseguirsi di nomi, di “bellissimo”, “buonissimo”, di gridolini urlanti e deliranti, quindi vi capirò se deciderete di non andare oltre nella lettura e di liquidarmi con un click.
Noi abbiamo cercato di non perdere nulla dell'evento e di catturare ogni minimo istante della maratona, chissà semmai ci ricapiterà ancora…. I giochi si sono aperti domenica sera, 23, con un benvenuto nella pizzeria del suocero di Gennaro: “o’ saracino”, con le loro pizze e i piatti di Giovanni Mariconda di Taberna Vulgi di Santo Stefano del Sole .
Dopo cena, come ogni festa che si rispetti, tutti a ballare in spiaggia e a festeggiare i 40 anni di Gennaro con una bellissima torta di delizie al limone di Gabriele di Vico Equense.


La mattina dopo, lunedì gita in barca fino ad Amalfi, vabbè noi abbiamo optato comodamente per l’auto, e poi su a Ravello , nella splendida Villa Cimbrone, senza esagerazione alcuna e senza alcuno spirito campanilistico, uno dei posti più belli e suggestivi che io conosca.
In un luogo da sogno affacciato a strapiombo sulla costiera amalfitana, un buffet raffinatissimo, senza sbavature, senza banalità ma senza falsi sensazionalismi, realizzato dall’executive chef del bistellato Rossellinis di palazzo Sasso a Ravello: Pino Lavarra e dallo chef di Villa Cimbrone: Luigi Tramontano, con i prodotti di eccellenza campana de “La tradizione” di Seiano e i vini di Villa Matilde.
Una chicca è stata la pasticceria/gioiello dei ragazzi di “Dolceria-Antico Portico” di Amalfi.



Lunedì sera è stata la volta dei giovani emergenti al Bikini, storico stabilimento balneare di Vico Equense. Una pioggia pomeridiana aveva tentato inutilmente di rovinare i programmi e portare scompiglio nell’allegra ammuina, il sereno ha poi avuto la meglio.
La nostra Lisa ha cucinato insieme a Paolo Parisi e noi l’abbiamo sostenuta. Gli hamburger di carne di manzo e guancia di maiale affumicato di maiale con il fantastico scoppolato (formaggio di pecora di cui si erano perse le tracce, da mangiare scavando)e l’asado laccato di Paolo hanno fatto faville.
Tra le tante cose assaggiate sono stata rapita dalle cipolle di zucchero ripiene di caprino tiepido del Pont de Fer di Milano.


Arriviamo finalmente all'attesissima serata finale, clou della Festa a Vico, quella in cui i grandi si esibiscono: Massimo Bottura, Davide Scabin, Oliver Glowig, Mauro Uliassi, Andrea Berton, Nico Romito, Moreno Cedroni, Cristina Bowerman, insieme a tante altre stelle nascenti o già nate ma meno note. Chiudete gli occhi e immaginate di andare a mangiare contemporaneamente da ognuno di loro. A Vico per una volta all'anno è incredibilmente possibile.



Ora basta con questi noiosi elenchi di piatti e preparazioni o di nomi, vi dico solo che a fine serata ero stravolta dal cibo, ma estremamente soddisfatta, penso di aver assaggiato il 70% di quanto proposto, sono ingrassata almeno 2 kg, ho mangiato ben 2 brioche con sorbetto al mandarino tardivo e spuma di zafferano di Paolo Barrale del Marennà dei Feudi di San Gregorio, talmente buone e soffici che me le sarei sparate in vena, sono quasi svenuta per la bontà della frittatina di maccheroni di Raffaele Vitale di Casa del nonno 13 e mi sono commossa con melanzane e cioccolato di Oliver Glowig dell’Olivo del Capri Palace.
Ometto molte altre chicche, diventerei soporifera, ed anche alcune cose che mi hanno deluso, sembrerei presuntuosa.
Dopo quanto vi ho raccontato mi scuserete se questo blog per qualche giorno chiude per dieta ferrea, ma non mi si chiudono più i pantaloni...

Una menzione speciale per gli instancabili e simpatici ragazzi del Pastificio dei Campi, finalmente ho conosciuto Mafaldina , che avevo coinvolto in un post sulla cottura della pasta, e tutto il resto della banda.

Non posso dimenticare un’altra conoscenza degna di nota: la più giovane blogger della rete, Sgughi di 7 anni, a cui mando un bacio grandissimo che le arriverà quando mi leggerà.


Ovviamente i miei affettuosi ringraziamenti e la mia eterna gratitudine vanno a Gennaro Esposito a cui dico solo “ma che te sì firat e fà!!!”


33 commenti:

erika ha detto...

belle esperienza davvero!
2kg in piu?
sono benvenuti in questi casi ;-)
grazie per il reportage.

CorradoT ha detto...

2 Kg solamente? Io ne avrei incamerati ben di piu'...
Beate voi che ve la siete goduta!!!!

Milena ha detto...

Solo dopo aver letto tutto ho capito perchè si tratta di un evento da sognare tutte le notti ....

Urge traduzione “ma che te sì firat e fà!!!”

Genny G. ha detto...

eh che fai ce la butti qui di giovedì?:DDD bel racconto, come sempre mi fai venir voglia di esserci stata...un abbraccio, la regine dei rimpianti;)

Diletta ha detto...

Lydiuzz, posso dire che ti odio??????????? ecco, TI ODIO!!!!!! :))))

Senti un po' ma come funziona questa festa posso partecipare tutti o bisogna essere invitati o prenotarsi...o....?

Un sorriso invidioso!
D.

Giò ha detto...

splendido veramente..trasmetti tutto il tuo entusiasmo...ma direi che mancano le foto del terzetto post festa!!he he

Lydia ha detto...

@ Erika e Corrado, dovete sapere che sono almeno 15 anni che non mi peso, io mi illudo siano solo 2 i kg, lasciatemi rimanere nell'illusione, vi prego!!!

@ Milena, “ma che te sì firat e fà” significa cosa sei stato capace di mettere in piedi, è un'esortazione di ammirazione

@ Genny, e mica potevo aspettare fino a venerdì!!

@ Dile, l'ultima sera si può partecipare acquistando un biglietto di 100 euro che vanno devoluti all'ospedale pediatrico Santobono di Napoli.
Oggi hai fregato Gambetto!!

@ Gio, il terzetto post festa era talmente stravolto che era meglio stendere un velo pietoso

Nanninanni ha detto...

Questa per me è la prova che il paradiso esiste ed è su questa terra.
Io ad un evento così mi preparerei con una pre-dieta di un paio di settimane!
Ciao!

Virginia ha detto...

Questa è musica per le mie orecchie...

sweetmaremma ha detto...

mi viene da piangere... il prossimo anno devo esserci anche io! vi prego!

Saretta ha detto...

IO ho visto solo un cammeo al tiggì, ti ho pensata!bacioni e buon riposo!

JAJO ha detto...

L'unico "click" che sentirai è quello del "cancella Lydia dalla mia vita" se almeno una volta, da qui all'anno 3000, non mi ci portate. Guarda... sarei anche disposto, per questo, a cambiare la foto del mio avatar così come vuole Roberto hehehehehe
Il resto dei commenti l'ho fatto sul blog delle tue socie. Solo non posso regalarti un sorriso per il "facimm ammuina" :-D Ricordo di aver letto su un battello, navigando verso Montecristo, il cartello, in napoletano, del "facimm ammuina", diversivo che si usava fare sulle navi contro la noia delle lunghe navigazioni: una volta ci si svagava con poco... mica come voi che vi siete immerse per 3 giorni in un delirio gastronomico (per non parlare di Villa Cimbrone ;-D).

P.s.: togliete di mano quel machete a Lisa, che la vedo pericolosetta :-D

artemisia comina ha detto...

che bellezza, lydia. da questo post esce sole e allegria.

Ciboulette ha detto...

Bella Lydiuzz, come mi sarebbe piaciuto esserci, ed essere insieme a voi....

Ti immagino stravolta sul divano ma caspita se ne e' valsa la pena!

PS: come sono felice di avere alle spalle un training di anni sulle frasi idiomatiche napoletane, senza non avrei apprezzato appieno il significato di "che ti si firat 'e fa'"!!!! :)))

Gaia ha detto...

che bellezza..
Ma Lisa e Parisi che hanno preparato? C'erano le sue uova?!?!
baci

Solema ha detto...

Queste sono le cose che invidio, altrochè ricchezze!!!

Diletta ha detto...

Lydiuzz,
ma se faccio la brava l'anno prossimo mi porti???? :)

Un sorriso,
D.

Mafaldina ha detto...

Ciao Lydia! Sono state giornate bellissime. E sono proprio felice di averti finalmente conosciuta dal vivo.
P.S. In fatto di cibo sei una vera professionista, mangi con un gusto che pochi reggono il confronto :)

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

Che dire ? Tarda primavera, la costiera, gli chef, le delizie, l'allegria.....vooooolevo esserci anch'io !!!!!!!!!!!!!!

Lydia ha detto...

@ Nanni, e c'hai ragione si, il paradiso è in terra!!!

@ Virgi, non per infierire, ma quanto ti sarebbe piaciuto...

@ sweetmaremma, la serata finale è aperta a tutti, c'è un biglietto il cui ricavato va tutto in beneficenza

@ Saretta, devo andare a guardare sul sito della rai il tg, pare abbiano inquadrato Lisa mentre serviva gli hamburger con tutta la sua grazia

@ Artemisia, sono stata una polla, volevo andare a salutare la Bowerman ma mi sono intimidita

@ Cibou, oramai tu parli meglio il napoletano che il barese...

@ Gaia, niente uova stavolta, ma c'era la sua carne.
Hamburger di manzo e guancia di maiale affumicato e asado.
Strepitosi

@ Solema, un caro saluto

@ Mafaldina, diciamo che posso essere una vera idrovora!!!
Felicissima anch'io di averti conosciuta

@ Glu.fri, l'anno prossimo facci un pensierino

Edda ha detto...

"Facimm’ ammuina” si'! Grazie Lydia per quest'atmosfera unica (manca solo esserci), gli Chefs, i paesaggi, i piatti, l'idea della brioche con il sorbetto... sei stata la migliore ambasciatrice! Un pensierino ce l'ho faccio è sicuro.
Un bacio grandissimo

Sgughi ha detto...

Ciao Lydia ti voglio bene!

alexandra ha detto...

Che evento fantastico!! La cornice della Costiera poi é strepitosa...l'ultima volta che ci sono stata, ho lasciato lí un pezzetto di cuore. Gennarino é proprio una cara persona, l'ho conosciuto a Padova ai primi di maggio (ehm...da fumatori ci siamo ritrovati fuori dal ristorante...)
Grazie del bel post!!!

Lorenzo Linguini ha detto...

Madò Lydia che racconto fantastico...scusa ma un pò (tanta) invidia è legittima da parte di noi pazzi foodbloggers! Il prossimo anno però ci vojo essere! Ti prego vojo anche io non riuscirmi più a chiudere i pantaloni dalla gioia! XD
Se solo non ci fosse stata questa maledetta maturità mi sarei fiondato al vostro fianco rimpinzandomi di brioche e panini al lampredotto!

Complimenti come al solito!:-)

-Lorenzo-

Camomilla ha detto...

Lydia credo non avrei dormito nemmeno io nei giorni precedenti a questo evento! Deve essere stata un'esperienza favolosa, che ti lascia arricchita :)

Buon fine settimana e buona dieta ;) Un bacione.

JAJO ha detto...

Ecco, lo vedi? S'è montata la testa !
Prima dice "Vi racconto la MIA festa a Vico" (e cchi si'? Gennarino Esposito ?) e poi mi schifa nei commenti...
Hahahahahahaha

Lydia ha detto...

@ Edda, credimi, quella brioche col sorbetto me la sogno anche di notte!!

@ Sgughi, un bacione!!

@ Alex, davvero un evento unico nel suo genere, strepitoso, ca conservare tra i ricordi più cari!!

@ Lorenzo, l'anno prossimo non mancare!!!

@ Camomilla, sono 2 giorni che mangio yogurt e bevo coca zero!!!

@ Jajo, e vuoi sapere perchè ti ho schifato nei commenti??
Lisa mi ha detto che se ti rispondevo mi tagliava la capa con quel macete ;-))
Scusami, ero convinta di averti risposto

Elga ha detto...

Sana, sanissima invidia:))
Non dico altro perchè altrimenti starei qui ore a bloccarti il blog:)

JAJO ha detto...

Hahahahaha guarda che scherzavo: ti pare che me la prendo se non rispondi una volta ?
Mììììì permalosa Lisa (una volta che Roberto non mi rinfacciava di cambiare maglia hahahahaha)

Anna Righeblu ha detto...

Un fantastico reportage per una magnifica manifestazione!!! bellissime foto!
Congratulazioni!!! ;-)

Gambetto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gambetto ha detto...

Ho pochissimi pregi...qualcuno direbbe anche nessuno :P, tuttavia se vogliamo scavare tra i difetti forse l'invidia non si troverà quasi mai...fino a quando non ho letto questo post. Sono sincero, avrei voluto esserci anche io!! ehehehehehe
L'unica cosa che mi solleva, ma relativamente eh...è che almeno c'erano persone che stimo...insomma se c'era qualcun altro forse a quest'ora stavo chiedendo una bambolina vodoo alla mia fattucchiera di fiducia!! ahahahahaha
Belle le foto ed il reportage :)w

Rosiana Monbon ha detto...

Grazie a te, ho imparato molte cose interessanti. Spero di imparare ancora. Mi congratulo con voi per questa meravigliosa condivisione. Keep it!

Consultation voyance gratuite ; voyance gratuite par telephone